Taverna a Pompei

Storia del design del mobile: dal neolitico, Egitto e Grecia

Storia del design del mobile

Il design del mobile è frutto dell’esperienza umana fin dall’inizio della storia. Le testimonianze di arredi e mobili sono giunte fino a noi fin dal periodo neolitico sotto forma di dipinti, come i murales scoperti a Pompei, la scultura ed esempi di mobili scavati nelle piramidi egizie. Quì descriverò diversi periodi di design del mobile evidenziando le caratteristiche identificative di ciascun periodo, i materiali utilizzati e le immagini di alcuni dei pezzi di arredamento più significativi mai progettati.

Storia del design del mobile: dal neolitico, Egitto e Grecia

Mobili del periodo neolitico:

Mobili in pietra periodo neolitico

A Skara Brae, Orkney un sito risalente al 3100-2500 aC a Skara Brae, Orkney hanno scoperto una gamma di mobili in pietra. A causa di una carenza di legno nelle Orkney, gli abitanti di Skara Brae furono costretti a costruire con la pietra, un materiale facilmente reperibile che poteva essere trasformato in oggetti per uso domestico. Ogni casa era dotata di un vasto assortimento di mobili in pietra, che vanno dagli armadi, cassettiere e letti agli scaffali e ai sedili in pietra. Il comò in pietra era considerato il più importante in quanto simbolicamente si affacciava all’ingresso di ogni casa ed è quindi il primo oggetto che si vedeva entrando in una casa.

Storia del design del mobile: dal neolitico, Egitto e Grecia

Mobili egiziani antichi:

 

Mobili antico Egitto

Le condizioni climatiche iper aride dell’Egitto dal terzo millennio aC sono perfette per la conservazione di materiale organico. Grazie a queste condizioni, sono stati scavati antichi mobili egiziani e in vari siti  includono letti del 3 ° millennio aC, scoperti a Tarkhan, un letto e sedie dorate del 2550 aC dalla tomba della regina Hetepheres e scatole, letti e sedie di Tebe. C’erano due tipi di mobili, l’intricato arredamento dorato ornato di oro trovato nelle tombe dei Faraoni e le semplici sedie, tavoli e cesti degli egiziani ordinari.

Mobili della antica Grecia:
Mobili antica Grecia

Il design dei mobili della Grecia antica può essere datato al 2 ° millennio aC, compresa la famosa sedia klismos. I disegni dei mobili sono preservati non solo dagli esempi ancora esistenti, ma dalle loro immagini raffigurate in vasi greci. Nel 1738 e nel 1748 gli scavi di Ercolano e Pompei rivelarono mobili romani perfettamente conservati. Le ceneri dell’eruzione sul Vesuvio conservarono i mobili del 79 d.C. fino al suo scavo nel XVIII secolo. La caratteristica di questo primo arredo era fortemente influenzata dai mobili degli antichi egizi con una forma rigida, rettangolare e poco lusinghiera. Nel quarto e nel quinto secolo, una volta che i greci svilupparono il proprio stile, i mobili divennero meno quadrati e rigidi, più curvi e fluenti.

Alla prossima  con il seguito della Storia del design del mobile

10 thoughts on “Storia del design del mobile: dal neolitico, Egitto e Grecia

  1. Articolo interessantissimo…. un vero viaggio nel tempo alla scoperta di usi e costumi del passato

  2. Molto interessante questo articolo! Esplora comunque un argomento, che se ci pensiamo bene, fa capire l’evoluzione degli oggetti che utilizziamo tutti i giorni!

  3. Un bellissimo articolo per fare un passo indietro sulla storia del mobile! La prima foto mi ha fatto rivivere la giornata trascorsa a Pompei l’autunno passato 😀

  4. bellissimo articolo , giro il link ad un mio amico che è amante di queste cose…… è un designer….

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

About us

Cristina Giordano- xena58

Cristina Giordano

xena58

Categorie