Design del mobile nel medioevo, rinascimento e giacobino

Design del mobile nel medioevo, rinascimento e giacobino

Progettazione, costruzione e la decorazione di mobili in Occidente in Europa nel periodo che va dall’II al XVI secolo. 

Design del mobile nel medioevo, rinascimento e giacobino, ecco come sono cambiati i mobili. Durante questo periodo c’erano quattro principali gruppi di persone: regalità, nobiltà, clero e contadini. Ogni gruppo aveva diverse abilità ad acquisire mobili.

Medioevo, rinascimentali e giacobini: Mobili periodo medievale

Il periodo medievale è stato rigido e alquanto grezzo, e questo si riflette negli stili di arredamento dell’epoca. L’arredamento e il design del periodo medievale è caratterizzato da uno stile ben definito. Il design del mobile nel medioevo ha come caratteristiche più notevoli gli intagli di legno decorati sul bordo delle sedie e letti a baldacchino, colori fondamentalmente grigio, beige o nero. Le forme erano principalmente quadrate o rettangolari con pochissime linee curve o circolari.

design stile medievale
design stile medievale

La nobiltà, prima del XIV secolo, benché fosse ricca, consumavano la maggior parte del loro reddito disponibile e ciò che restava non era sufficiente per arredare le diverse case padronali dove risiedevano saltuariamente. Nel 14 ° secolo gli eserciti divennero permanenti e lo stile di vita errante non era più necessario. Di conseguenza, la nobiltà si stabilì e, avendo soldi disponibili, furono in grado di arredare il maniero molto comodamente. Per i contadini non cambiò quasi nulla, per la loro vita semplice nei campi che rifletteva anche l’arredamento spartano nelle loro abitazioni.

Mobili rinascimentali

Design del mobile nel medioevo, rinascimento e giacobino
Design del mobile nel medioevo, rinascimento e giacobino


Insieme alle altre arti, il Rinascimento italiano del XIV e XV secolo segnò una rinascita nel design del mobile, spesso ispirato alla tradizione greco-romana. A partire dal XV secolo, una simile rinascita della cultura, si verificò nel Nord Europa, in particolare nei Paesi Bassi, in Belgio e nella Francia settentrionale. Questi design del mobile erano nettamente diversi da quelli del Medioevo ed caratterizzati da opulenti disegni spesso dorati  con una profusione di ornamenti floreali, vegetali e scorrevoli. Lo scopo di questi pezzi così elaborati era spesso quello di mostrare le capacità degli artigiani che li producevano.

Design del mobile giacobino

Design del mobile nel medioevo, rinascimento e giacobino

Mobili giacobini: Dopo il Rinascimento, ci fu un cambiamento graduale nel design del mobile che si evolse in uno stile di arredamento meno abbellito e più tranquillo. In Gran Bretagna le gambe dei tavoli, ad esempio, divennero più dritte e più strette di quelle tipiche dei pezzi precedenti. In generale, i profili dei mobili sono diventati più bassi e rettangolari. Durante l’era di Oliver Cromwell il Protettore, erano molto severi, squadrati e frugali, uno stile adatto per un periodo di relativa povertà.

READ  Illuminazione soffusa e magica con Lighthing EVER

Con il ritorno della monarchia sotto Carlo II, i mobili caroleani tornarono a essere più ornati, caratterizzati da intricate barelle scolpite e tappezzerie colorate con finiture nappate. Alla fine del periodo, si stava mostrando l’influenza dello stile britannico William e Mary. Rispetto ai pezzi giacobini, questo stile di mobili era più leggero ed elegante. Le gambe rovesciate, le gambe girate a tazza, i piedi panciuti e le barelle a serpentina rendevano questo stile molto identificabile.

Mobili semplici a quelli raffinati

Stile e design nel mobile del medioevo, rinascimento e giacobino da pochi mobili semplici a quelli raffinati con piedi torniti a quelli severi dell’epoca giacobina. Una storia affascinante che ci rende consapevoli dei cambi di stile e materiali di mobili da una epoca lontana fino ai nostri giorni.

Leave a Review

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *