Abruzzo settimana santa a Sulmona tra riti e confetti

Date:

Abruzzo settimana santa a Sulmona tra riti e confetti. Eccomi nella piccola città abruzzese in provincia dell’Aquila, che vanta l’assegnazione della Medaglia d’Argento, in seguito al contributo della popolazione nella lotta partigiana durante il secondo conflitto mondiale.

Arrivata con la gita parrocchiale in pulman attraverso il Parco nazionale abruzzese, che si pregia di aver avuto nobili natali, in quanto vi nacque il poeta latino Publio Ovidio Nasone. Per conoscere l’Abruzzo, la settimana santa che si svolge a Sulmona, città di riti e confetti

Abruzzo settimana santa a Sulmona tra riti e confetti: Celebre la sua frase..

Presi un pugno di sabbia e glielo porsi, scioccamente chiedendo un anno di vita per ogni granello; mi scordai di chiedere che fossero anni di giovinezza. (Le Metamorfosi)……

Dove si trova Sulmona

Abruzzo settimana santa a Sulmona tra riti e confetti
Abruzzo settimana santa a Sulmona tra riti e confetti

Sulmona si trova nella regione italiana dell’Abruzzo, nella provincia dell’Aquila. È situata nella Valle Peligna, una pianura che un tempo era occupata dal lago Fucino, è delimitata tra due torrenti e dalle maestose montagne della Maiella e del Morrone, nei pressi di Manoppello, dove la chiesa locale è sede di una immagine del Volto Santo di Cristo.

Sulmona è una città incantevole, famosa per la produzione di confetti di ogni tipo, tradizione millenaria, Sulmona è la capitale delle mandorle ricoperte di zucchero, conosciute come “confetti” in italiano. Le sue strade sono adornate da colorati bouquet di confetti.

Sulmona è circondata da imponenti montagne, a circa quattrocento metri sul livello del mare, dove è possibile fare bellissime vacanze invernali sulla neve. È un luogo tranquillo e affascinante, distante dal mare Adriatico di 60 chilometri, perciò soggetta a clima freddissimo in inverno e torrido in estate. Per il suo clima Sulmona è spesso trascurata dai turisti per le vacanze estive.

Storia di Sulmona

Sulmona è una città con una storia ricca e affascinante. Le sue origini risalgono all’epoca neolitica, ma la sua storia documentata inizia con la fondazione dei Peligni, un’antica tribù italica, intorno al V secolo a.C. Città antichissima risalente alla distruzione di Troia e alla fondazione da parte di un compagno di Enea, Solimo, a cui si riferisce il nome.

-Pubblicità-
Abruzzo settimana santa a Sulmona tra riti e confetti
Complesso dell’Annunziata

Durante l’epoca romana, Sulmona divenne un importante centro urbano e prosperò grazie alla sua posizione strategica lungo la Via Valeria, una delle principali vie di comunicazione dell’epoca. Inoltre fu sede di municipio romano cui si evince dall’architettura dei suoi numerosi e imponenti palazzi, tra cui spicca il teatro comunale, Maria Caniglia, e il Palazzo dell’Annunziata.

Nel corso dei secoli, Sulmona subì diverse dominazioni, tra cui quella dei Goti, dei Bizantini, dei Longobardi e dei Normanni. Nel Medioevo, la città fu coinvolta in conflitti tra le potenti famiglie locali e fu anche teatro di scontri tra il Regno di Napoli e il Regno di Sicilia.

Nel Rinascimento, Sulmona conobbe un periodo di grande splendore culturale e artistico. Durante questo periodo, furono costruiti molti dei suoi edifici storici più importanti, come la Cattedrale di San Panfilo e il Palazzo dell’Annunziata.

Nel corso dei secoli successivi, Sulmona subì periodi di declino e distruzioni a causa di terremoti e conflitti, ma riuscì sempre a risollevarsi grazie alla tenacia e alla resilienza dei suoi abitanti. Oggi, Sulmona è una città che conserva ancora il suo fascino storico, con le sue strade acciottolate, i suoi palazzi antichi e le sue chiese affascinanti.

Notevole è la chiesa di San Panfilo, patrono di Sulmona, dotata di organo di tipo italiano, il cui autore ha realizzato l’organo della cappella gregoriana a San Pietro a Roma. La sua costruzione risale all’anno 1705, probabilmente su un tempio romano, e si presenta come un miscuglio di stili architettonici in quanto è stata soggetta a vari terremoti nel corso dei secoli.

Cosa vedere a Sulmona

Ecco alcune delle principali attrazioni da vedere a Sulmona:

Abruzzo settimana santa a Sulmona tra riti e confetti
Chiesa di San Francesco della Scarpa
Abruzzo settimana santa a Sulmona tra riti e confetti
Corso Ovidio-strade di Sulmona
Abruzzo settimana santa a Sulmona tra riti e confetti
acquedotto
Abruzzo settimana santa a Sulmona tra riti e confetti
mappa
  1. Centro Storico di Sulmona: Il centro storico di Sulmona è un luogo affascinante da esplorare, con le sue strade acciottolate, i palazzi storici e le chiese antiche. Potrai ammirare l’architettura tradizionale e immergerti nell’atmosfera unica di questa città.
  2. Monte Maiella: Se sei amante della natura e delle escursioni, ti consiglio di visitare il Monte Maiella. Questa maestosa montagna offre splendide vedute panoramiche e sentieri escursionistici che ti porteranno alla scoperta di paesaggi mozzafiato.
  3. Pelino Museum: Se sei interessato alla storia e alla cultura di Sulmona, non puoi perderti il Pelino Museum. Questo museo è dedicato alla produzione dei famosi “confetti di Sulmona” e ti permetterà di conoscere la tradizione di queste deliziose mandorle ricoperte di zucchero.
  4. Acquedotto Medievale: Un’altra attrazione da non perdere è l’Acquedotto Medievale di Sulmona. Questo antico sistema di approvvigionamento idrico è un esempio impressionante di ingegneria medievale e offre una vista suggestiva sulla città.
  5. Complesso dell’Annunziata: Il Complesso dell’Annunziata è un complesso architettonico di grande importanza storica e artistica. Qui potrai ammirare la Chiesa di Santa Maria della Tomba, la Chiesa di San Gaetano e il Palazzo Tabassi, tra gli altri edifici di interesse.

San Panfilo 2012: Feste e ricorrenze

A Sulmona si svolgono i riti della Settimana Santa, davvero suggestivi chiamata del Cristo Morto, dove centinaia di figuranti, in vestiti sgargianti rossi fuoco, adornato dal soggolo bianco (un panno bianco, tipo cravatta, che ricopre il petto) e da un medaglione di dimensione diverse.

-Pubblicità-

Partenza dalla Santissima Trinità alle sette di sera e preceduta da una banda di ottoni, il corteo sfila nelle strade cittadine, accompagnato da musica funebre e canti.

Dietro ai cantori è posto la bara di Cristo, il sacerdote e la statua della Madonna, adornata da un drappo nero che, nel corso della manifestazione, perderà in Piazza Garibaldi. Info prese dal sito ufficiale 

Confetti di Sulmona

Abruzzo settimana santa a Sulmona tra riti e confetti
confetti

E dulcis in fundo..il dolce dei confetti, considerati da millenni di buon augurio, che derivano molto probabilmente da dolcetti romani rivestiti da noccioline, pinoli e noci rivestiti da miele, usati per festeggiare eventi come la nascita e matrimonio.

Abruzzo settimana santa a Sulmona tra riti e confetti

Le mandorle utilizzate per produrli provengono da Avola, che hanno contribuito al diffondersi dei famosi confetti di Sulmona, pregevoli sono i cannellini, confetti lunghi e sottili, di cui Giacomo Leopardi era un grande estimatore.

Cristina Giordano
Cristina Giordanohttps://appuntisulblog.it/
Ciao a tutti, sono Cristina Giordano, una blogger che si occupa di moda, viaggi, tecnologia, alimentazione e benessere.
Sottoscrivi
Notificami
0 Commenti
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti

Articoli Correlati

My Agile Privacy
Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione. Cliccando su accetta si autorizzano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su rifiuta si rifiutano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su personalizza è possibile selezionare quali cookie di profilazione attivare.

Non puoi copiare il contenuto di questa pagina