Design mobili medioevo, rinascimento e giacobino

Date:

Design mobili medioevo, rinascimento e giacobino, ecco come sono cambiati i mobili. Durante questo periodo c’erano quattro principali gruppi di persone: regalità, nobiltà, clero e contadini. Ogni gruppo aveva diverse abilità ad acquisire mobili.

Progettazione, costruzione e la decorazione di mobili in Occidente in Europa nel periodo che va dall’II al XVI secolo. 

Mobili Medioevo: L’Arte di una Cultura Passata

I mobili Medioevo sono una parte affascinante della storia e della cultura di quel periodo. Sono ricchi di storia e di significato, e rappresentano una parte significativa dello stile di vita che è stato condiviso da molte società in quel periodo. Quando si parla di mobili Medioevo, il primo pensiero che viene in mente è il lusso e la ricchezza che sono stati presenti nella vita di persone di quel periodo. Lo stile di arredamento era un modo per mostrare il rango e il potere di una famiglia.

I mobili Medioevo erano fatti di materiali resistenti come il legno, il ferro e la pietra, e spesso erano riccamente ornati con lettere o simboli. Gli artigiani medioevali erano abili nell’utilizzare le loro tecniche per creare mobili di lusso che durassero nel tempo. Mobili come tavoli, sedie, letti e credenze erano comuni in quel periodo, e ogni pezzo di mobilia aveva un significato e una funzione specifica.

La loro funzione era quella di servire da arredamento ma anche di trasmettere un messaggio di uno stile di vita ricco.

Design mobili Medioevo, rinascimentali e giacobini:

Periodo medievale

I mobili Medioevo sono ancora apprezzati oggi per la loro bellezza e per la loro storia. Sono diventati una parte importante della cultura moderna, e sono spesso usati per decorare case classiche. I mobili Medioevo sono stati anche usati come ispirazione per alcuni stili di arredamento moderni.

Quando si parla di arredamento, i mobili Medioevo rappresentano uno stile di vita ricco e lussuoso che è stato condiviso da molte società in quel periodo.

-Pubblicità-

Il periodo medievale è stato rigido e alquanto grezzo, e questo si riflette negli stili di arredamento dell’epoca. L’arredamento e il design mobili medioevo è caratterizzato da uno stile ben definito. I mobili Medioevo sono una parte importante della storia e della cultura di quel periodo.

  • Materiali grezzi
  • Il design mobili medioevo ha come caratteristiche più notevoli gli intagli di legno decorati sul bordo delle sedie e letti a baldacchino, colori fondamentalmente grigio, beige o nero.
  • Le porte dovrebbero essere scelte massicce, in legno, decorate con rivestimento in ferro o bronzo.
  • Le forme erano principalmente quadrate o rettangolari con pochissime linee curve o circolari.
design stile medievale
Design stile medievale

La nobiltà, prima del XIV secolo, benché fosse ricca, consumavano la maggior parte del loro reddito disponibile e ciò che restava non era sufficiente per arredare le diverse case padronali dove risiedevano saltuariamente.

Nel 14° secolo gli eserciti divennero permanenti e lo stile di vita errante non era più necessario. Di conseguenza, la nobiltà si stabilì e, avendo soldi disponibili, furono in grado di arredare il maniero molto comodamente. Per i contadini non cambiò quasi nulla, per la loro vita semplice nei campi che rifletteva anche l’arredamento spartano nelle loro abitazioni.

Come i mobili rinascimentali hanno cambiato il design degli interni

Design del mobile nel medioevo, rinascimento e giacobino
Design del mobile nel medioevo, rinascimento e giacobino


Il Rinascimento è stata un’epoca di grandi cambiamenti in tutte le aree della cultura, dall’arte alla letteratura all’architettura. Anche il design degli interni ha subito un enorme cambiamento durante questo periodo, con l’introduzione di mobili rinascimentali che hanno influenzato il design degli interni per molti anni. I mobili rinascimentali sono caratterizzati da linee pulite, forme geometriche e dettagli lussuosi, che li rendono una parte importante del design degli interni.

La storia del design rinascimentale

Il Rinascimento è iniziato in Italia nel XIV secolo ed è stato caratterizzato da una svolta nella cultura delle arti. La cultura rinascimentale ha influenzato il design degli interni, con l’introduzione di mobili rinascimentali che si ispirano all’architettura classica, come colonne, archi e volte. La maggior parte dei mobili era fatta a mano da artigiani, con materiali come legno, marmo e metallo. I mobili rinascimentali erano spesso ornati con intagli, intarsi e sculture, che li rendevano unici e di grande qualità.

I principi di design dei mobili rinascimentali

I mobili rinascimentali erano caratterizzati da linee semplici, forme geometriche e dettagli lussuosi. La maggior parte dei mobili aveva uno stile classico, con linee pulite e forme semplici. I materiali usati erano di qualità superiore, come legno pregiato, marmo e metallo. La maggior parte dei mobili era ornata con intagli, intarsi e sculture, che li rendevano unici e di grande qualità. La maggior parte dei mobili aveva anche elementi decorativi, come cornici e fregi, che li rendevano più ricchi e di lusso.

-Pubblicità-

Insieme alle altre arti, il Rinascimento italiano del XIV e XV secolo segnò una rinascita nel design del mobile, spesso ispirato alla tradizione greco-romana. A partire dal XV secolo, una simile rinascita della cultura, si verificò nel Nord Europa, in particolare nei Paesi Bassi, in Belgio e nella Francia settentrionale.

Questi design del mobile erano nettamente diversi da quelli del Medioevo ed caratterizzati da opulenti disegni spesso dorati  con una profusione di ornamenti floreali, vegetali e scorrevoli. Lo scopo di questi pezzi così elaborati era spesso quello di mostrare le capacità degli artigiani che li producevano.

Design del mobile giacobino: uno sguardo all’iconico stile italiano

La bellezza del design italiano è unica e riconoscibile in tutto il mondo. Uno dei marchi più iconici di questo stile è il mobile giacobino, un design che ha trasformato radicalmente il modo di arredare le case italiane. In questo articolo esamineremo da vicino questo stile, per vedere quali sono stati i suoi contributi alla storia dell’arredamento.

Il mobile giacobino è stato progettato dal famoso architetto e designer italiano Giacomo Castiglioni nel 1875. Questo stile è caratterizzato da linee semplici e pulite, con una leggera tendenza verso la geometria. Il mobile giacobino è anche caratterizzato da un uso creativo dei materiali, come legno, ferro e vetro.

-Pubblicità-

Uno dei principali contributi del mobile giacobino all’arredamento italiano è stato l’uso della tecnica della “finitura a spazzolatura”. Questa tecnica è stata usata per dare un aspetto più uniforme ai mobili, rendendoli più resistenti all’usura. La finitura a spazzolatura è anche stata usata per creare un effetto visivo interessante, con la luce che si riflette sulla superficie liscia del mobile.

Oltre alla finitura a spazzolatura, il mobile giacobino ha anche reso popolare la tecnica del “battuto”. Questa tecnica prevede l’impiego di una particolare tecnica di lavorazione del legno, che permette di ottenere una superficie liscia e uniforme. Questa tecnica è stata molto apprezzata per la sua capacità di creare un look elegante ed esclusivo.

Infine, il mobile giacobino ha anche reso popolare l’uso di materiali come ferro e vetro. Il ferro è stato spesso usato per creare strutture resistenti e decorative, mentre il vetro è stato usato per aggiungere luce e luminosità

Mobili giacobini: Dopo il Rinascimento, ci fu un cambiamento graduale nel design del mobile che si evolse in uno stile di arredamento meno abbellito e più tranquillo. In Gran Bretagna le gambe dei tavoli, ad esempio, divennero più dritte e più strette di quelle tipiche dei pezzi precedenti. In generale, i profili dei mobili sono diventati più bassi e rettangolari. Durante l’era di Oliver Cromwell il Protettore, il design mobili erano molto severi, squadrati e frugali, uno stile adatto per un periodo di relativa povertà.

Con il ritorno della monarchia sotto Carlo II, i mobili caroleani tornarono a essere più ornati, caratterizzati da intricate barelle scolpite e tappezzerie colorate con finiture nappate. Alla fine del periodo, si stava mostrando l’influenza dello stile britannico William e Mary. Rispetto ai pezzi giacobini, questo stile di mobili era più leggero ed elegante.

Le gambe rovesciate, le gambe girate a tazza, i piedi panciuti e le barelle a serpentina rendevano questo stile molto identificabile.

Mobili semplici a quelli raffinati

Stile e design mobili medioevo, rinascimento e giacobino da pochi mobili semplici a quelli raffinati con piedi torniti a quelli severi dell’epoca giacobina. Una storia affascinante che ci rende consapevoli dei cambi di stile e materiali di mobili da una epoca lontana fino ai nostri giorni.

Cristina Giordano
Cristina Giordanohttps://appuntisulblog.it/
Ciao a tutti, sono Cristina Giordano, una blogger che si occupa di moda, viaggi, tecnologia, alimentazione e benessere.

9 Commenti

Sottoscrivi
Notificami
9 Commenti
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti
Veronica

Che meraviglia! Mi sembra di ricordare mobili visti ai Castelli della Loira, un bel salto nella storia!

rosaria

uno stile che mi affascina molto mia zia ha un arredamento quasi simile a questo

sara

un epoca molto interessante da tanti punti di vista incluso quello del mobile

Mara

Ci sarebbe da scrivere chilometri sul design del mobile che va dal medioevo al giacobino…un ambito quello dell\’arredamento/storico davvero molto complesso

Giusy Loporcaro

Mi hanno sempre affascinato i mobili antichi e quando mi capita di frequentare qualche casa \”nobile\” ne vedo parecchi sia tramandati da generazioni che acquistati presso antiquari.

mary pacileo

molto bello questo stile, certo che ci voleva il tempo per queste creazioni, mi affascinano molto

maria boiano

uno stile che mi affascina molto….. il tuo articolo è bellissimo

Rita

Mi hanno sempre affascinato li stili e design del medioevo… e leggere il tuo articolo mi ha fatto sognare!

lucia di tommaso

Un arredamento così oggigiorno si vede solo in qualche casa che conserva ancora mobili di un certo stile, non credo si possa avere uno stile del genere ormai anche se ha sempre un certo fascino questo tipo di arredo

Articoli Correlati

Come Decorare una Stanza: Stili, Consigli e Tendenze

Decorare una stanza può essere un'avventura emozionante che permette di esprimere la propria personalità e i propri interessi....

Arredare casa in stile hygge in 10 step

Un concetto di stile di vita che sottolinea l'importanza di creare un'atmosfera calda, invitante e serena. Come arredare...

Traslocare è un compito noioso, ma qualcuno deve pur farlo

Traslocare rappresenta una delle esperienze più significative e impegnative nella vita di una persona. Che si tratti del...

Di che materiale sono fatti i rubinetti? 7 metalli

Di che materiale sono fatti i rubinetti? La rubinetteria sono elementi fondamentali in ogni casa, servendo sia a...
My Agile Privacy
Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione. Cliccando su accetta si autorizzano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su rifiuta si rifiutano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su personalizza è possibile selezionare quali cookie di profilazione attivare.

Non puoi copiare il contenuto di questa pagina