13 benefici dell'olio di CBD per dolori cronici

13 benefici dell'olio di CBD per dolori cronici

13 benefici dell’olio di CBD per dolori cronici

Una malattia che provoca infiammazione e rigidità delle articolazioni con dolori e difficoltà a muoversi.

L’olio di CBD offre benefici per chi soffre di artrite, una condizione quasi invalidante con dolori alle articolazioni che impediscono, a lungo andare, anche la deambulazione. Uno dei modi più recenti di trattare l’artrite è l’uso di olio di cannabidiolo (olio di CBD) che studi recenti suggeriscono che può aiutare a ridurre il dolore e può ridurre l’infiammazione. Ma è davvero efficace?

Utilizzato per centinaia di anni nella medicina tradizionale cinese o indiana, la pianta di cannabis, la canapa con la sua sottospecie Canabis sativa (canapa industriale) o Canabis indica (canapa indiana o marijuana) ha suscitato l’interesse degli scienziati negli ultimi decenni. Studi sulla pianta usando le tecnologie per l’estrazione e la separazione dei composti hanno permesso d’identificare le qualità terapeutiche del CBD, o cannabidiolo, uno degli oltre 110 composti della pianta.

13 Benefici dell’olio di CBD

13 benefici dell'olio di CBD per dolori cronici
13 benefici dell’olio di CBD per dolori cronici come l’artrite

Il CBD è un composto chimico presente nelle piante di cannabis da cui si estrae l’olio di CBD. In genere le piante di cannabis vengono associate alle proprietà psicoattive di piante allucinogene, tuttavia, l’olio non altera il tuo stato mentale e produce un “alto” come altri componenti della pianta di cannabis. Gli studi medici in corso suggeriscono l’utilità per molte condizioni croniche e può aiutare a gestire il dolore e il disagio a essi associati. Ci sono anche indicazioni che possono aiutare a ridurre l’infiammazione nel tuo corpo che è un sintomo chiave dell’artrite.

La separazione di questo composto benefico ha reso possibile la regolarizzazione delle leggi e la vendita sia negli Stati Uniti che nell’UE in merito all’accettazione del suo libero scambio perché ritenuto indispensabile per il mantenimento della nostra salute. Mentre ancora vige il divieto per l’altro composto, il THC, presente in grandi quantità nella marijuana e responsabile degli effetti allucinogeni e narcotici.

Vantaggi e controindicazioni

Prima dell’utilizzo meglio conoscere vantaggi e svantaggi sull’olio di CBD per il dolore da artrite e in generale per altri trattamenti analgesici. In questa guida ti spiego come funziona, capire di cosa si tratta, i benefici e gli usi così da aiutarti a decidere se questo potrebbe essere un modo efficace per trattare il dolore e altri sintomi causati dall’artrite reumatoide.

  1. Può alleviare il dolore. La pianta di cannabis è stata usata per curare il dolore da 5.000 anni, grazie al cannabidiolo, o olio di CBD. Gli studi hanno dimostrato che può ridurre il dolore cronico, il dolore associato all’artrite reumatoide, la sclerosi multipla o la sciatica. 
  2. Allevia i sintomi legati al cancro. Consumando olio di CBD in varie forme di cancro questo allevia sintomi come nausea, vomito, dolore o altre condizioni negative causate da chemioterapia o trattamenti radioterapici.
  3. Riduce l’ansia e la depressione. Secondo l’Organizzazione mondiale della sanità, la depressione è la causa globale più importante di varie disabilità, mentre l’ansia è al sesto posto. Molti studi hanno dimostrato effetti antidepressivi a seguito del consumo di olio di CBD, attraverso l’azione di stimolazione dei recettori delle cellule nervose, stimolando la produzione di serotonina (ormone della felicità) e dopamina.
  4. Può avere azioni neuroprotettive. I ricercatori hanno scoperto che l’olio di CBD può essere di grande aiuto per quelli con problemi neurologici, come la sclerosi multipla o l’epilessia, attraverso la capacità di agire sul sistema endocanabinoide e altri percorsi di comunicazione nel cervello.
  5. Supporta l’attività del sistema cardiovascolare. Studi recenti hanno mostrato uno stretto legame tra consumo di olio di CBD e miglioramenti della funzione cardiaca e del sistema circolatorio, incluso l’abbassamento della pressione sanguigna.
  6. Proprietà anti-acne dell’olio di CBD. L’acne è un problema di pelle che colpisce circa il 9% della popolazione del pianeta. Ha diverse cause, tra cui cause genetiche, infezioni batteriche, infiammazione ed eccessiva produzione di sebo, secrezione oleosa di ghiandole sebacee nella pelle. Studi recenti mostrano che l’olio di CBD, grazie alle sue proprietà antinfiammatorie e di secrezione di sebo, può aiutare a curare l’acne.
  7. Effetti antipsicotici. Gli studi suggeriscono che il CBD potrebbe aiutare le persone con schizofrenia e altri disturbi psichiatrici, riducendo i sintomi psicotici.
  8. Prevenzione del diabete. Nelle cavie trattate con olio di CBD c’era una riduzione del 56% nell’incidenza del diabete e una riduzione significativa dell’infiammazione cellulare.
  9. Effetti di riduzione delle dipendenze. Il consumo di olio di CBD, modificando i circuiti neurali coinvolti nella creazione della tossicodipendenza, si è rivelato molto utile nel ridurre la dipendenza da morfina o il bisogno di eroina.
  10. Malattie autoimmuni (lupus, artrite reumatoide);
  11. Epilessia
  12. dolore cronico
  13. Colon irritabile
READ  Green Bios, prodotti biomedici per cure naturali

Come funziona l’olio di CBD

Il CBD funziona legandosi ai recettori del cervello e del sistema immunitario. Questo cambia il modo in cui questi recettori reagiscono ai segnali inviati dal corpo e possono aiutare a ridurre il dolore e l’infiammazione. Potrebbe essere utile nella gestione del dolore cronico e potrebbero rallentare o addirittura arrestare la progressione di alcuni tipi di artrite.

Uso di olio di CBD per l’artrite

Esistono diversi modi per utilizzare l’olio di CBD. Può essere usato per fare una crema o un gel che si applica sulla pelle nelle zone in cui si verifica il dolore da artrite. L’olio può anche essere aggiunto al cibo e all’acqua, o in capsule, da assumere per via orale. Determinare il dosaggio corretto in consultazione con il medico aiuterà a massimizzare gli effetti terapeutici dell’olio di CBD nel trattamento dei sintomi dell’artrite.

Possibili effetti collaterali dell’uso di olio di CBD

  • Diarrea e nausea
  • Cambiamento dell’appetito
  • stanchezza

Gli studi suggeriscono che l’olio di CBD è ben tollerato nei pazienti. Alcune persone sperimentano lievi effetti collaterali quando lo usano per la prima volta come nausea, affaticamento, diarrea e alterazioni dell’appetito. Questi effetti collaterali sono generalmente limitati e lievi. È sempre meglio provare prima una piccola dose per vedere come il tuo corpo reagisce assumendolo e usandolo.

Come riconoscere i prodotti di qualità a base di olio di CBD?

L’olio di CBD rientra nella categoria alimentare, studi scientifici affermano i suoi benefici terapeutici e lo raccomandano in vari problemi che incidono sulla salute. Non è prescrivibile dal medico ma può essere acquistato libero da varie fonti, meglio se proveniente da agricoltura biologica o se accompagnato da un certificato di laboratorio che conferma la percentuale di CBD.

4 thoughts on “13 benefici dell’olio di CBD per dolori cronici

  1. non ho mai provato i prodotti fatti con la cbd ma ne sento parlare sempre di più inoltre mi pare di aver sentito che stanno cambiando le leggi anche per il suo consumo personale … il cambio di una epoca

Leave a Review

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *