Diamante Hope: La pietra mortale più famosa e famigerata al mondo

Date:

Il diamante Hope è infatti la pietra mortale più famosa e famigerata al mondo. Sebbene la storia dell’Hope Diamond sia piena di disgrazie e tragedie, molti credono che questi incidenti siano semplicemente coincidenze o superstizioni.

Ampiamente riconosciuta per la sua eccezionale bellezza, si è guadagnata la reputazione di essere una pietra preziosa minacciosa e maledetta. Ecco perché:

La pietra mortale più famosa e famigerata al mondo: la leggenda della maledizione

La leggenda narra che il diamante Hope era incastonato sulla fronte di una statua di Buddha, prima di essere rubato da un guerriero, Jean- Baptiste Tavernier, e da quel momento cominciò la maledizione che aveva predetto la sfortuna e la morte violenta a chi ne fosse stato proprietario.

Diamante Hope: La pietra mortale più famosa e famigerata al mondo
La pietra mortale, Hope Diamond

Secondo la maledizione, sfortuna e tragedia sarebbero ricadute su chiunque possedesse o indossasse il diamante.

Per questa maledizione, la leggenda racconta che Tavernier venne dilaniato da cani selvatici durante un viaggio in Russia subito dopo aver venduto il diamante. Questa è stata la prima morte orribile attribuito alla maledizione.

L’uomo d’affari che acquistò la pietra lo vendette a re Luigi XIV che lo destinò come regalo a Madame de Montespan. Poco tempo dopo, l’uomo d’affari divenne improvvisamente povero, contraendo una malattia misteriosa e morì tra sofferenze terribili.

Nemmeno l’amante del re ne fu immune, in quanto venne accusata di celebrare messe nere, sacrificando dei neonati rapiti. Quando Luigi XIV morì, suo nipote, Luigi XVI, divenne re con Maria Antonietta come sua regina.

-Pubblicità-
Diamante Hope: La pietra mortale più famosa e famigerata al mondo
Luigi XVI

Secondo la storia, Maria Antonietta e Luigi XVI furono decapitati durante la Rivoluzione Francese a causa della maledizione del diamante blu. Dopo la Rivoluzione Francese, il diamante venne nascosto in un edificio governativo ma fu rubato nel 1791. Sei anni dopo, i ladri furono condannati alla pena di morte. 

Nel 1830, Francesco Speranza comprò l’enorme diamante blu all’asta per 90.000 sterline e gli diede il suo nome. Speranza era un membro del parlamento, morto all’improvviso di una morte inspiegabile mentre poco dopo la sua scomparsa, la sua vedova morì nel rogo della loro villa.

Dopo aver ricevuto la pietra, l’erede di Francesco Speranza, suo nipote Thomas, andò in bancarotta e fu abbandonato dalla moglie. 

Thomas si sbarazzò del diamante che fu stata acquistato da Ivan Kitanovski, principe russo, che lo regalò ad una ballerina ma la prima sera che lo indossò, fu uccisa barbaramente.

Ma molti altri l’avrebbero seguito …

Dopo una serie di tragedie, la pietra si è trovata nelle mani del sultano Abdul Mamid II, che fu costretto a dimettersi in favore di suo fratello e partì per l’esilio, portando con sè il diamante.

All’inizio del 20 ° secolo il diamante venne acquistato dalla famiglia McLean ma subito dopo la moglie si suicidò senza nessun motivo apparente mentre i loro figli morirono in un incidente d’auto. Mr. McLean depresso e morì mesi dopo in un ospedale psichiatrico nel 1941.

Nel 1949, due anni dopo la sua morte, il gioiello è stato messo in vendita al fine di ripianare i debiti del suo patrimonio.

-Pubblicità-

Fu acquistato da un famoso gioielliere di New York: Harry Winston che per quasi un decennio,offrì il diamante in numerose occasioni per essere indossato ai balli per raccogliere fondi per la beneficenza.

Il sangue della regalità del diamante hope o speranza

Ma il 10 novembre del 1958, questo magnifico diamante blu venne spedito in un’anonima scatola marrone presso il Museo Nazionale di Storia Naturale dello Smithsonian Institution.

Si crede che Winston donò il diamante nella speranza di liberarsi della maledizione.

Nel 2003, il diamante Hope è stato portato in un museo laboratorio per i test. Dapprima hanno concentrato un fascio di raggi ultravioletti sulla pietra, spento il fascio e, nel buio pesto, il diamante si illuminò di una luce arancio-giallo (la maggior parte diamanti blu ha la fosforescenza azzurro.)

-Pubblicità-

E ‘quel colore forte, che dura per alcuni secondi, che gli scienziati ipotizzano sia dovuto a impurità chimiche che danno il colore blu. Quali sono le cause perchè la gemma diventa fluorescente, rimane un mistero.

Ma poiché il diamante Hope ha ispirato molte leggende, alcuni dicono che, il colore incandescente riflette il sangue della regalità, versato durante la Rivoluzione francese e la scia di morte e sfortuna che ha seguito la pietra nel corso dei secoli da chi l’aveva posseduta.

Nessuna preoccupazione se lo visiterete, nessuna maledizione riuscirebbe mai a passare attraverso lo spessore del cristallo che custodisce il mistico, il più grande diamante blu profondo del mondo.

Cristina Giordano
Cristina Giordanohttps://appuntisulblog.it/
Ciao a tutti, sono Cristina Giordano, una blogger che si occupa di moda, viaggi, tecnologia, alimentazione e benessere.

3 Commenti

Sottoscrivi
Notificami
3 Commenti
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti
Cristina Giordano

Una storia molto interessante ma anche drammatica che ruota attorno alla pietra più bella al mondo

Maria Boiano

bellissima questa pietra, e davvero una storia che colpisce molto

Mara

Bellissimi i diamanti che legano per l avita gli innamorati,,,e ancor di più questo blu

Articoli Correlati

My Agile Privacy
Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione. Cliccando su accetta si autorizzano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su rifiuta si rifiutano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su personalizza è possibile selezionare quali cookie di profilazione attivare.

Non puoi copiare il contenuto di questa pagina