I più famosi miti greci 10 leggende epiche

Date:

I più famosi miti greci 10 leggende epiche da dei, dee ed eroi, creature straordinarie e battaglie epiche, ricca di storie incredibili, divinità e individui mitologici, gli antichi greci hanno creato alcune delle leggende che conosciamo oggi. La mitologia greca è uno dei più antichi e ricchi miti del mondo antico tramandati attraverso le generazioni che hanno ispirato poeti, scrittori, artisti e musicisti da allora fino ad oggi. Ciascuno dei miti greci ha una propria grandezza ed è ricco di significato, in modo da poter attrarre ancora oggi il nostro interesse.

Possono raccontare storie vere o menzionare persone reali, ma non possono essere considerate fonti storiche: 11 più famosi Miti Greci

La mitologia greca è piena di racconti leggendari, alcuni dei quali sono stati tramandati di generazione in generazione e rimangono popolari fino ad oggi. Per quanto riguarda i miti greci scritti dai greci fin dall’antichità, è alquanto difficile sapere se siano realistici o meno, poiché presentano molti elementi reali che sono interconnessi nel romanzo; Il che rende i suoi eventi realistici e i suoi eroi reali. I miti greci sono vari e diversi, alcuni dei quali sono storie popolari, urbane, e alcuni sono storie leggendarie sugli dei e il loro eroismo in amore e in guerra.

La creazione del mondo – Scontro tra Titani

Secondo la cultura greca, il mondo viveva in uno stato pieno di caos e esistevano solo polvere e oscurità. Dopo di che nacquero le montagne, la terra, il cielo, il sole, le stelle e la luna “Urano”. Urano sposò la terra e diede alla luce i titani, ma Urano temeva per il suo trono dai suoi figli e li mise nelle profondità della terra per impedire loro di prendere il trono: accadde ciò che Urano si aspettava. Suo figlio Cornus prese il controllo del mondo, ed è diventato un leader nel mondo.

Cornus sposò la potente donna chiamata “Ria”, e generò maschi e tre divinità femminili. Anche Cornus aveva paura dei suoi discendenti e credeva che gli avrebbero preso il trono, quindi li inghiottì. Quando Rea aspettava il sesto figlio, lo nascose a suo marito Crono, lo ingannò e gli diede da mangiare pezzi di stoffa come se fosse suo figlio.

Le ninfe della terra si sono presero cura del neonato Zeus finché non crebbe, e attraverso un trucco, è entrato nel ventre di suo padre. Liberò i suoi fratelli, gli dei che sono più grandi di lui, guidò molti eserciti degli dei e giganti per affrontare i titani. Gli dei vinsero quella guerra, e imprigionò i titani nel Tartaro, che è la regione oscura lontana dalla terra, finché gli dei si stabilirono in una montagna chiamata “Olimpo”.

La Mitica Potenza dei 12 Dei dell’Olimpo

I più famosi miti greci, 10 leggende epiche
I più famosi miti greci, 10 leggende epiche

Uno dei miti greci famosi è la storia dei Dodici dei dell’Olimpo erano gli dei più potenti del Pantheon greco come i fari che guidano l’umanità verso una vita migliore. Si dice che la loro presenza nell’Olimpo sia stata una forza di grande potere e che siano stati loro a dare al mondo una stabilità e un ordine, in cui la giustizia, l’amore, la saggezza, il coraggio e la forza sono stati considerati potenti valori. Guidati da

  • Zeus, Re degli Dei e Signore dei Cieli;
  • Poseidone, Signore dei Mari;
  • Ade, Signore dei Morti;
  • Ares, Dio della Guerra;
  • Atena, Dio della Saggezza;
  • Apollo, Dio del Sole;
  • Artemide, Dio della Caccia;
  • Afrodite, Dea dell’Amore;
  • Efesto, Dio della Forgia;
  • Demetra, Dio della Terra;
  • Hermes, Dio dei Viaggiatori;
  • Era, Regina degli Dei.

Gli antichi Greci li consideravano come il simbolo della loro fede e veneravano questi dei, credendo che fossero responsabili del benessere degli esseri umani. Nel loro insieme rappresentavano una forza cosmica, in grado di influenzare la vita sulla Terra. Erano dei che rappresentavano tutte le qualità che un essere umano può aspirare a possedere, come la saggezza, l’amore, la giustizia, la conoscenza, la forza e il coraggio.

-Pubblicità-

Questi erano associati a vari aspetti della vita umana e avevano un grande potere sulla Terra, gli altri dei includevano Poseidone, Ade, Estia, Era, Ares, Demetra, Atena, Apollo, Artemide, Afrodite ed Hermes. Inoltre, i Dodici dell’Olimpo erano associati a tutti i tipi di animali. Ad esempio, Zeus era associato al fulmine e al tuono, mentre Poseidone era associato agli delfini e alle balene. Atena era associata agli uccelli, mentre Demetra era associata alle stagioni.

Leggenda di Ercole 

I più famosi miti greci, 10 leggende epiche
I più famosi miti greci, 10 leggende epiche – Leggenda di Ercole 

Ercole è conosciuto come un eroe greco molto potente e famoso anche nella storia della mitologia greca. Ercole è il figlio del re degli dei, Zeus, e di una donna mortale di nome Alcmena. Ercole eccelleva sugli umani con capacità soprannaturali che lo rendevano benedetto, ma fu maledetto da Era, sua matrigna, perché era il figlio prediletto del padre ancor più del resto dei fratelli (figli di Era) Ares, Ebe, Eris, ed Efesto, che fece arrabbiare molto Hera.

Ercole sposò la figlia del re di Tebe con cui ebbe tre figli, ma Era mandò dei soldati ad ucciderli insieme a sua moglie Megara. Rattristato e arrabbiato, fu espulso dalle terre di Atene dopo questi assassini. Per espiare i peccati e ciò che fece, seguì gli ordini di suo cugino per 10 anni, il re Eurys Teus. Tra le dodici azioni leggendarie, la più importante delle quali è stata l’uccisione del leone di Nemea, così come il mostro dell’Idra, e così via.

Prometeo il ladro di fuoco

I più famosi miti greci, 10 leggende epiche
I più famosi miti greci, 10 leggende epiche – Prometeo il ladro di fuoco

Prometeo è considerato tra i titani che non entrarono nella grande battaglia che ebbe luogo tra gli dei e i titani, in quanto Zeus gli aveva dato una missione. Nella mitologia greca, si racconta che gli esseri umani furono creati dall’argilla da un maestro artigiano, Prometeo. La dea Atena ha dato vita alle persone create da Prometeo dall’argilla.

Prometeo rubò il fuoco dalla bottega del dio greco del fuoco, Efesto. Lasciò la montagna degli dei con il fuoco, lo portò sulla Terra e lo concesse agli umani. Quando Zeus venne a sapere del furto del fuoco, si arrabbiò molto, e Prometeo fu imprigionato e legato a una roccia sulla montagna del Caucaso, ordinando ad un aquila di mangiargli il fegato. Durante il viaggio di Ercole nelle sue dodici fatiche, osserva Prometeo incatenato, chiede a suo padre Zeus di liberarlo e uccide anche l’aquila che gli mangia il fegato.

Fetonte

Fetonte è il figlio della sirena dell’oceano, Clemente, e del sole, Helios ma siccome dubitava fosse suo padre, ha tentato di trovare le prove. Suo padre gli affidò di guidare il carro del sole, che gli era stato chiesto di guidare per un giorno. Phaeton non fu in grado di controllare il carro che devia dal suo percorso, creando così una minaccia per l’esistenza e la stabilità della terra.

Zeus uccise Fetonte con un fulmine e restituì il carro a Helios. Durante la sua corsa sfrenata, il carro si staccò da terra, provocando il congelamento del terreno e mentre si avvicinava bruciò. Questo mito ha avuto un ruolo nello spiegare i climi gelidi della Grecia settentrionale e il deserto intorno al Mediterraneo.

-Pubblicità-

La leggenda di Ade e Persefone – Il mito delle stagioni (Plutone e Proserpina)

Ade e Persefone: Il mito delle stagioni (Plutone e Proserpina) – Mitologia Greca Illustrate- Fumetti

La leggenda di Ade e Persefone, il mito delle stagioni (Plutone e Proserpina), è considerata tra i miti greci usati per spiegare i fenomeni naturali, in quanto i suoi eventi ruotano intorno a:

Ade, il dio del mondo, e la figlia di sua sorella, Persefone, figlia di Zeus e Demetra, la dea del raccolto. Poiché Ade amava così tanto Persefone, la rapì. Demetra rimase scioccata, si ebbe un effetto su tutti i raccolti della terra che si appassirono. Ma Zeus e Demetra pregarono Ade di restituire la loro figlia Persefone, che la fece regina e le diede molti gioielli, metalli preziosi e oro.

Persefone divise l’anno stando con Demetra per sei mesi e sei mesi con suo marito. Demetra era molto felice quando sua figlia stava con lei, quella felicità si rifletteva anche nei raccolti, nei secondi sei mesi era triste ciò faceva morire e appassire tutte le piante e i raccolti, e così gli antichi interpretavano il cambio delle stagioni.

La leggenda del vaso di Pandora

Il mito del vaso di Pandora è uno dei più famosi miti greci in grado di spiegare le cause dei mali umani, e avverte anche delle conseguenze che derivano da una cattiva curiosità.

-Pubblicità-

Pandora era una donna molto bella creata da Zeus, ma curiosa e un po’ intimidatoria. Hermes, il “messaggero di Zeus”, le diede uno scrigno d’oro ma l’avvisò di non aprirlo perché causerà cose brutte. Pandora ha tenuto quella scatola per molto tempo senza aprirla. Poi la curiosità la portò ad aprirla. Tutti i mali umani uscirono dalla scatola, per esempio avidità, odio, dolore, afflizione e altro ancora, e non rimase altro che la speranza.

La nascita di Afrodite

Affresco a Pompei
La nascita di Afrodite

Afrodite è la dea dell’amore e della passione in Grecia, in quanto è la divinità molto riconosciuta nel pantheon greco, ed era molto rispettata in passato. A differenza degli altri dèi, non era la figlia naturale di alcun dio, ma, come indica il suo nome, emerse dalla schiuma del mare. Né è un simbolo di amore romantico, contrariamente alla credenza popolare.

Ma è un simbolo dell’amore sessuale fisico, il cui significato è “Eros”, che i romani chiamavano Venere. Afrodite apparve nel mare come una perla in una conchiglia. Bella e nuda è nata ragazza adulta e non bambina. Quindi era altamente desiderabile nel matrimonio, poiché si dice che fosse l’unica dea greca a sposarsi.

La leggenda di Narciso

La leggenda di Narciso è tra i più importanti miti greci esistiti fin dall’antichità, come:

Narciso è un giovane molto bello attorniato sempre da molti ammiratori e amanti tra cui la ninfa Eco, ma Narciso li respingeva tutti perché era arrogante. Gli dei si arrabbiarono con lui e gli ordinarono di ammirare se stesso attraverso il suo riflesso nelle acque. Così Narciso rimase accanto allo stagno per diversi giorni, impazzito guardando la sua immagine in esso, finché morì e il suo corpo si decompose. E quando andarono a cercarlo, vi trovarono solo un fiore che si chiamava narcisi. Afrodite ebbe pietà di lui e trasformò il suo corpo in quei fiori.

La leggenda del grifone

I grifoni sono tra gli animali leggendari come:

Ha un corpo simile a un leone e la testa e le ali di un’aquila. Di solito tirava il carro di Dioniso, il dio del vino, poiché la mitologia greca diceva che era una creatura malvagia e violenta. Si dice anche che i grifoni siano tra le creature che si sposano solo una volta.

La Magia della Mitologia Greca

La mitologia greca costituì la base dell’antica religione greca, e persino i romani adottarono gli dei e le dee greche, di cui cambiarono i nomi, come divinità. Gli dei e le dee della mitologia greca rappresentano i principi più importanti della vita umana.

  • Ad esempio, Zeus era il re degli dei e controllava il tempo, la guerra, il matrimonio, le arti e la poesia. Era anche considerato il dio della giustizia.
  • Altri dei, come Apollo, erano associati alla musica, alla profezia, alla bellezza e alla medicina.
  • Ciascun dio greco aveva una propria personalità e rappresentava qualità umane.
  • La mitologia greca è una fonte di ispirazione e comprensione della natura umana.

Le creature mitologiche della mitologia greca sono intrise di significato. Ad esempio, il Minotauro era un mostro con la testa di un toro e il corpo di un uomo. Il Minotauro rappresentava una delle sfide più grandi della mitologia greca: la lotta tra la ragione e l’emozione. Altri mostri mitologici come i centauri, che avevano la testa di un uomo e il corpo di un cavallo, rappresentavano la natura selvaggia e incontrollabile dell’uomo.

Cristina Giordano
Cristina Giordanohttps://appuntisulblog.it/
Ciao a tutti, sono Cristina Giordano, una blogger che si occupa di moda, viaggi, tecnologia, alimentazione e benessere.
Sottoscrivi
Notificami
0 Commenti
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti

Articoli Correlati

Differenza titoli nobiliari dai re ai Lords

Differenza titoli nobiliari dai re ai Lords, ai duchi ai baroni, gerarchia nobiltà che si trovano in lungometraggi,...

Jeanne Baret prima donna a circumnavigare il globo

Jeanne Baret prima donna a circumnavigare il globo, nota come ragazza delle erbe o botanica, è nata in...

Cosa simboleggia il ramoscello di ulivo?

Cosa simboleggia il ramoscello di ulivo? simbolo della pace, riconciliazione e vittoria, spesso associato alla dea greca della...

The Ultimate Guide to Social Club Barcelona

Barcelona's social club scene is a vibrant and integral part of the city's social fabric, offering a platform...
My Agile Privacy
Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione. Cliccando su accetta si autorizzano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su rifiuta si rifiutano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su personalizza è possibile selezionare quali cookie di profilazione attivare.

Non puoi copiare il contenuto di questa pagina