riscoprire romanzi del 900

romanzi del 900

Novecento nel Duemila per riscoprire romanzi del 900

Il Novecento nel Duemila riscopre romanzi del 900 che sono stati apprezzati solo nel 2000 grazie a 15 grandi casi editoriali.

Scoprire nuovi mondi, usi e culture e pensieri di persone lontane nel tempo e nello spazio tramite la lettura dei romanzi.

Novecento nel Duemila per riscoprire romanzi del 900

È il mio modo di evadere dalla realtà quotidiana e arricchire spiritualmente la mia anima.

Amo leggere romanzi e rubriche, un hobby che coltivo da sempre, forse dalle elementari quando sgaiattolavo nella biblioteca e prendevo in visione romanzi per bambini.

Da allora la mia passione per la lettura non si è mai fermata, ogni romanzo, storia, biografie e tant’altro è stato come scoprire un nuovo mondo e cultura.

Novecento nel Duemila riscopre romanzi del 900

Grazie alla lungimiranza di 15 grandi casi editoriali, il Novecento nel Duemila riscopre romanzi del 900, storie e romanzi del secolo scorso che hanno ripreso a vivere e a emozionare nuovamente i lettori.

Un caso tra tutti è la raccolta “Stoner” di John Williams, che pubblicato nel 1965, inizialmente non riscosse molto successo, vendendo solo duemila copie.

Ripubblicato però dalla casa editrice statunitense Vintage Classics nel 2003 e pubblicato di nuovo dal “New York Review of Books Classics” nel 2006.

Grazie al passaparola e ai social network è diventato ben presto un libro di straordinario successo e in Italia ha venduto oltre 100.000 copie.

“William Stoner ha quarantatrè anni ed una vita che sembra essere piatta e desolata.

Non si allontana mai per più di centocinquanta chilometri da Booneville, il piccolo paese rurale in cui è nato, mantiene lo stesso lavoro per tutta la vita.

Per quasi quarantanni è infelicemente sposato alla stessa donna, ha sporadici contatti con l’amata figlia e per i suoi genitori è un estraneo, per sua ammissione ha soltanto due amici, uno dei quali morto in gioventù”

La premessa per questo romanzo non è dei migliori, Stoner sembra una persona dall’anima piatta e senza iniziativa. Grazie alla bravura dello scrittore John Williams, la vita di William Stoner appare come una storia appassionante, profonda e straziante. ” 

 “Questo in me tu vedi, che fa il tuo amore più forte…”. William Stoner, studente di Agraria iscritto all’Università del Missouri nel 1910, ascolta il sonetto di Shakespeare letto ad alta voce dal docente di inglese, Archer Sloane.

Cresciuto in una piccola fattoria vicino a Columbia, sede dell’università, e dapprima destinato ad allevare mucche e maiali e a lavorare la terra, in quel momento William capisce che deve prendere un’altra direzione.

Niente a che fare con una vocazione o con l’ambizione; quella di Stoner è la scelta che sente, perentoria e, al tempo stesso, paradossale perché definita la più “reale” possibile.

Vivere “fuori dal tempo”, nella letteratura, dove “Tristano e la dolce Isotta gli sfilavano sotto gli occhi; Paolo e Francesca vorticavano nel buio incandescente; Elena e il radioso Paride, amareggiati dalle conseguenze del loro gesto, spuntavano dal buio”.

Nella collana, a seguire:

Novecento nel Duemila per riscoprire romanzi del 900
  • Israel Joshua Singer “La famiglia Karnowski”,
  • Patrick Dennis “Zia Mame”,
  • Elisabeth Jane Howard “Il lungo sguardo”,
  • Beppe Fenoglio “Una questione privata”,
  • Irene Némirovsky “Suite francese” e moltissimi altri.
READ  Simonetta, romanzo di Zaira R.Venturini del 1966

Ogni sabato in edicola, con la Repubblica e l’Espresso a soli 9,90 €.
Storie di ieri che hanno spiccato il volo oggi, una collezione di romanzi scoperti in questi anni in tutta la loro sorprendente modernità.

12 thoughts on “Novecento nel Duemila per riscoprire romanzi del 900

Leave a Review

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *