Gnocchi cinesi varietà nel mondo, storia e ricette

Date:

Gnocchi cinesi varietà nel mondo, storia e ricette di una tradizione lunga 1800 anni. In Cina gli gnocchi vengono mangiati non solo per le feste, ma anche per la vigilia di Capodanno e le riunioni di famiglia. In Cina, la produzione degli gnocchi viene tramandata dalle madri ai bambini in molte famiglie. La parola “gnocco” è ugro-finnico, ma la carne macinata nell’impasto è stata cucinata fin dall’antichità non solo in Cina, ma in vari luoghi, nel Caucaso è chiamato khinkali, in Asia centrale, manti. 

Un cibo dell’anima cinese, un “contorno” e un gnocco della fortuna per i giapponesi, ma un “alimento base” per i cinesi.

Gnocchi cinesi a tavola

Gli gnocchi sono diventati un piatto frequente sulla tavola di molte famiglie. Nei diversi paesi, le ricette per la loro preparazione variano, il che non impedisce affatto alle persone di amarli. Ogni famiglia ha il suo modo di prepararli e ingredienti diversi. Tra gli gnocchi insoliti che ho mangiato ci sono gnocchi di agnello e gnocchi di carote.

Gnocchi cinesi varietà nel mondo, storia e ricette
Gnocchi cinesi varietà nel mondo, ricette e forma

Per festeggiare i cinesi preferiscono principalmente gli gnocchi a tavola. Farne una grande quantità e, se rimangono, trasformarli in gnocchi alla griglia e mangiarli il giorno seguente. La ricetta originale della salsa e l’impasto sono fatte in casa con farina, sale e acqua. È facile da realizzare, ma ci vuole una certa abilità per stenderlo e modellarlo in una forma rotonda. 

Storia degli gnocchi cinesi

Gli gnocchi cinesi hanno una lunga storia, si dice che siano nati nella provincia dello Shandong intorno al VI secolo aC durante il periodo primaverile e autunnale. Gli gnocchi come piatto sono apparsi in Cina fin dai tempi antichi, come dimostrano fonti antiche e negli scavi archeologici. Le prime memorie della preparazione dei gnocchi risalgono all’epoca dei Regni Combattenti, che risalgono al IV-III secolo a.C., dalle tribù del backgammon che vivevano in Cina a quel tempo. 

Questi piatti erano molto simili agli gnocchi a cui la gente è abituata oggi. A quel tempo c’erano speciali piatti di bronzo per la loro preparazione. Da lì, si diffuse ampiamente in tutta la Cina settentrionale dopo l’istituzione della dinastia Qing da parte del popolo Manciù, e divenne uno dei piatti rappresentativi della cucina cinese.

Secondo i ricercatori, fu Marco Polo che, dopo essere andato a est, finì in Cina, da dove portò in Europa gli gnocchi nel XIV secolo: grumi di pasta rotondi, ovali e appiattiti con ripieno all’interno. In cinese, vari gnocchi erano chiamati in modo diverso: baozi, jiaozi, shomai, hun-tup, ecc.

-Pubblicità-

C’erano anche gnocchi con un ripieno sotto forma di un normale pezzo di ghiaccio che non si scioglieva durante il processo di cottura. Tali gnocchi erano preparati per ospiti e nobili, particolarmente buoni nella  stagione calda. Marco Polo ha portato le ricette di questi cibi, le loro descrizioni e i metodi di preparazione. Gli chef italiani hanno subito imparato a cucinare secondo la tecnologia cinese, ma, ovviamente, hanno portato qualcosa di loro, così sono comparsi i ravioli.

Gnocchi della fortuna

Gli gnocchi vengono serviti durante il capodanno cinese, la festa più grande del Giappone. Ma gli gnocchi sono diventati un piatto che veniva servito alla tavola di Capodanno solo circa cinque o sei secoli fa. Tutto ciò è dovuto alla forma specifica degli gnocchi a forma di barca. A quel tempo i lingotti d’oro e d’argento erano denaro ed erano fatti a forma di barca, con una palla nel mezzo. si credeva che mangiare un gnocco cucinato in questa forma contribuisse al miglioramento del benessere umano.

Ripieni per gnocchi e i segreti della loro preparazione

Ci sono molti tipi di gnocchi cinesi: Possono essere farciti con carne di maiale, agnello o manzo, carne di pollame, filetto di pesce o frutti di mare, aggiungono riso, semi di soia, spezie varie e condimenti, integratori vegetali che danno un certo sapore agli gnocchi. Gli gnocchi cinesi sono bolliti, al vapore, fritti, fritti e per dare un gusto e un aroma speciali agli gnocchi, nel brodo vengono aggiunti vari additivi.

Esistono due forme principali di gnocchi cinesi: jiao-tzu e wonton. I Jiaozi sono fatti di pasta densa, hanno una forma piatta e vengono mangiati con una salsa di aceto di soia o con salsa al peperoncino piccante. In Giappone, questi gnocchi sono conosciuti come gyoza. 

Altri gnocchi cinesi, i wonton, sono fatti con un impasto più sottile e hanno la forma di un nodo. Di solito sono farciti con carne di maiale macinata, gamberetti, altri frutti di mare, zenzero, cipolla, olio di sesamo e salsa di soia vengono aggiunti al ripieno. I wonton sono solitamente molto piccoli. Vengono bolliti nel brodo e serviti con questo brodo.

Gnocchi cinesi ricetta originale

Gnocchi cinesi varietà nel mondo, storia e ricette
Preparazione gnocchi cinesi

Il nome e il tipo di gnocchi sono determinati dal ripieno. Il suo ingrediente principale è la carne. Quando si preparano gli gnocchi di verdure, il ripieno deve contenere il 30-40% di carne. Dalle verdure, per il ripieno vengono utilizzati cavoli, cetrioli, pomodori, ravanelli, ecc.

Impasto per gnocchi

Gnocchi cinesi varietà nel mondo, storia e ricette
Come fare gnocchi cinesi

In genere gli gnocchi vengono solitamente impastati con acqua fredda.

-Pubblicità-
  • Il rapporto è 500 grammi di farina + 250 grammi di acqua + 5 grammi di sale + 1 uovo + 20 grammi di amido.

L’impasto degli gnocchi cinesi ricetta originale, composto da farina, uova, sale e acqua, non deve essere molto duro, perché si usa per fare quasi tutti i tipi di gnocchi, a eccezione di quelli al vapore fatti con farina di riso. Dopo l’impasto dovrebbe riposare per 20-255 minuti, fino a diventare trasparente.

Cottura con frittura fredda

Gnocchi cinesi varietà nel mondo, storia e ricette
Gnocchi cinesi varietà nel mondo, ricetta originale

Gli gnocchi cinesi vengono bolliti in acqua bollente salata, la frittura fredda. 

  • Si deve friggere gli gnocchi in una padella in olio vegetale. 
  • Per prima cosa, l’olio deve essere riscaldato
  • mettere gli gnocchi in un unico strato in una padella e friggere su entrambi i lati
  • quindi versare una piccola quantità d’acqua, coprire e portare a cottura. Gli gnocchi saranno pronti in 5 minuti dopo aver fatto bollire l’acqua.

Molto raramente, gli gnocchi vengono cotti in una friggitrice, perché risultano essere troppo asciutti, ma a qualcuno piace questo modo di cucinare. In questo caso, gli gnocchi vengono versati brevemente nell’olio bollente, quindi devono essere rimossi con un’apposita spatola e trasferiti su un piatto, lasciati raffreddare leggermente e ripetere il procedimento altre 3-4 volte, cercando di non asciugare eccessivamente il guscio, ma assicurandosi che il ripieno sia ben fritto.

Modalità di servizio con le salse

Gnocchi cinesi varietà nel mondo, storia e ricette
Gnocchi cinesi varietà nel mondo, storia e ricette

Gli gnocchi pronti sono disposti su un piatto con una spatola di legno come un mestolo forato. Le salse sono un’aggiunta indispensabile agli gnocchi cinesi. La salsa tradizionale cinese per gnocchi dovrebbe essere molto piccante: si tratta di salsa di aceto di soia, che include, oltre alla salsa di soia e all’aceto, aglio, zenzero, olio di sesamo e vodka di riso per sake. A volte gli gnocchi cinesi vengono serviti con salsa di peperoncino piccante.

-Pubblicità-

Gnocchi cinesi varietà nel mondo

1. Gnocchi cinesi al vapore (Zheng Jiaozi)

– Origine: Cina settentrionale

– Caratteristiche: Involucri sottili, ripieni succosi, serviti con salsa di soia e aceto

– Variazioni popolari:

– Xiao Long Bao (Shanghai): Delicati ravioli con zuppa all’interno

– Har Gow (cantonese): ravioli di gamberetti con involucri traslucidi

– Siu Mai (cantonese): ravioli aperti ripieni di carne di maiale e gamberetti

2. Gnocchi cinesi saltati in padella (Guo Tie)

– Origine: Cina settentrionale

– Caratteristiche: Fondi croccanti, ripieni saporiti, serviti con salsa di soia e aceto

– Variazioni popolari:

– Potstickers (cinese americano): gnocchi saltati in padella con ripieno di carne e verdure

– Gyoza (giapponese): gnocchi saltati in padella con ripieno di carne di maiale e verdure

– Mandu (coreano): ravioli saltati in padella con una varietà di ripieni, tra cui carne di maiale, kimchi e verdure

3. Gnocchi cinesi bolliti (Shui Jiao)

– Origine: Cina settentrionale

– Caratteristiche: Involucri teneri, ripieni di carne, serviti in un brodo saporito

– Variazioni popolari:

– Wonton (cantonese): gnocchi ripieni di carne di maiale, gamberetti o verdure, serviti in zuppa o brodo

– Wonton Mein (cinese americano): tagliatelle all’uovo servite in brodo con wonton e condimenti vari

– Jiaozi Tang (cinese settentrionale): una zuppa di gnocchi con gnocchi di carne e verdure

4. Gnocchi cinesi fritti (Zha Jiaozi):

– Origine: Cina settentrionale

– Caratteristiche: Esterni croccanti, ripieni saporiti, serviti con salsa di soia e aceto

– Variazioni popolari:

– Involtini primavera (cinese americano): gnocchi fritti con ripieno di verdure

– Samosas (indiani): gnocchi fritti con ripieno di carne o verdure, conditi con spezie indiane

– Empanadas (latinoamericani): ravioli fritti o al forno con una varietà di ripieni, tra cui carne, formaggio o verdure

5. Gnocchi cinesi al vapore e saltati in padella (Sheng Jian Mantou)

– Origine: Shanghai, Cina

– Caratteristiche: Gnocchi cotti al vapore e poi saltati in padella con il fondo croccante e la parte superiore morbida e soffice

– Variazioni popolari:

– Sheng Jian Bao (Shanghai): ravioli al vapore e saltati in padella con ripieno di carne di maiale e verdure

– Xiaolongbao (Shanghai): ravioli al vapore e saltati in padella con zuppa all’interno, spesso serviti con aceto e zenzero

– Wonton (cantonese): gnocchi al vapore e saltati in padella con ripieno di gamberi e maiale, spesso serviti in zuppa

Gnocchi in tutto il mondo.

Come fare i gnocchi cinesi

È interessante notare che ci sono cibi che imitano gli gnocchi in tutto il mondo. Anche paesi come Europa, Nord America e Brasile hanno cibo simile agli gnocchi.

Cristina Giordano
Cristina Giordanohttps://appuntisulblog.it/
Ciao a tutti, sono Cristina Giordano, una blogger che si occupa di moda, viaggi, tecnologia, alimentazione e benessere.

3 Commenti

Sottoscrivi
Notificami
3 Commenti
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti
sara bontempi

Io li preparo spesso, sia al vapore con una tipica vaporiera di bambù, che con frittura lenta, che sarebbero i gyoza che si mangiano anche in Giappone.

Mara

io credevo si chiamassero ravioli questi, comunque amo la cucina esotica in special modo quella giapponese

Rosaria

ma che belli da vedere e chissa che buoni da mangiare ….mai provati sarei molto curiosa di assaggiarli

Articoli Correlati

My Agile Privacy
Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione. Cliccando su accetta si autorizzano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su rifiuta si rifiutano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su personalizza è possibile selezionare quali cookie di profilazione attivare.

Non puoi copiare il contenuto di questa pagina