Narghilè declino e rinascita in Cina, origini

Date:

Narghilè declino e rinascita non solo in Oriente, ma anche in molti paesi europei. È apparso in India quasi 500 anni fa. Gli orientali percepiscono un narghilè non solo come un dispositivo per fumare, ma anche come un attributo di un incontro amichevole. È un simbolo di relax e pace.

Il narghilè in Medio Oriente è da molti anni un simbolo del focolare ed era impossibile immaginare l’accoglienza di cari ospiti senza l’uso di questo dispositivo. Il narghilè arriva nelle nostre case come souvenir e spesso si trova sullo scaffale solo per la bellezza. Ma il narghilè è degno di un simile destino?

Nel nostro articolo di oggi non parleremo dei danni del narghilè e dei pericoli derivanti dal fumarlo, ma toccheremo la storia di questa invenzione, oltre ad alcuni fatti e miti si sono diffusi negli ambienti pubblici tra le persone su questo interessante veleno.

Storia del narghilè – Narghilè declino e rinascita in Cina

Il narghilè, uno speciale dispositivo per fumare con un liquido che emette fumo profumato, ha una storia molto antica e interessante. La scienza storica il più delle volte chiama l’India il luogo di nascita del narghilè, perché è lì che il fumo di narghilè è ancora considerato una tradizione nazionale e va avanti da molti secoli. 

Nel XV secolo, il narghilè o narghilè apparve nella forma che conosciamo oggi quando l’India iniziò a produrre ed esportare vetro a seguito dell’esportazione del vetro attraverso la British East India Company.

Narghilè

I narghilè erano fatti con noci di cocco, che venivano accuratamente pulite in anticipo. La miscela fumante a quei tempi era preparata con hashish e altre erbe narcotiche. La base di vetro era chiamata narghilè. La magia di questa invenzione raggiunse l’Iran dopo un periodo di tempo, dove gli iraniani usavano tabacco forte, privo di aromi artificiali, chiamato Ajami, nella fabbricazione di narghilè.

La popolarità del narghilè aumentò sotto il dominio dell’Impero Ottomano, specialmente durante il periodo del califfo ottomano Murad V (1623-1640). Il narghilè era ammirato dai sultani di quell’epoca e in seguito divenne un simbolo di cui andare fieri con il passare del tempo.

Narghilè declino e rinascita in Cina. Il narghilè, non solo come modo di fumare tabacco, ma anche come oggetto d’arte e motivo di comunicazione, è conosciuto in Cina fin dalla dinastia Ming, periodo di attivo sviluppo delle navi e del commercio. 

Quando fu scritto il romanzo classico Tre regni, in cui l’eroe Zhuge Liang assaggiò il narghilè offertogli dall’eremita, si era già ampiamente diffuso nelle regioni del Gansu e del Guangxi.

Da dove viene il narghilè? 

Da dove viene il narghilè

Narghilè declino e rinascita in Cina. Nella sua forma attuale, il narghilè molto probabilmente ci è arrivato dalla Persia, dove la tecnologia proveniva dalla stessa India. L’invenzione degli antichi iraniani è abbastanza semplice: presero una fiaschetta di porcellana e vi attaccarono un tubo di pelle di serpente. Così si è scoperto il modo familiare di fumare.

Sovrani e sultani lo fumavano dopo le cene reali o durante le riunioni diplomatiche. Con il passare del tempo, i narghilè sono diventati noti in tutto il mondo con molti nomi diversi, come la pipa ad acqua, il narghilè, il narghilè, l’argela, il narghilè, l’oka, il kalayan, il ghillion o la caldaia.

Narghilè come funziona?

Come funziona il narghilè? 

Narghilè declino e rinascita in Cina. Il narghilè funziona secondo il principio di un bagno d’acqua. L’acqua viene versata nella fiaschetta (parte inferiore del dispositivo), puoi aggiungere un po ‘di vino. Il latte viene utilizzato anche per un’ulteriore filtrazione. Un’asta è avvitata alla fiaschetta, sulla cui parte superiore sono presenti una ciotola e un piattino. Ceneri e tabacco rimangono nel piattino dopo aver fumato. Di tanto in tanto il narghilè viene lavato con acqua calda. Pertanto, può durare molto più a lungo.

Accessori per il narghilè

kaloud

Narghilè declino e rinascita in Cina. Per facilitare la raccolta del narghilè, è necessario acquistare kaloud. Questo è uno speciale dispositivo in alluminio a cui è fissata una maniglia di gomma. 

I carboni ardenti sono posti nel mezzo, coperti da un coperchio con tre fori sulla parte superiore. Speciali fessure laterali non consentono ai carboni di sbiadire. Questo dispositivo consente di prestare meno attenzione al controllo dei carboni e di non utilizzare un foglio.

Il tabacco è di grande importanza per il gusto del narghilè. La sua caratteristica è la morbidezza e l’appiccicosità della struttura. 

Dove si può fumare il narghilè?

SALA DA NARGHILE’

Il significato culturale del narghilè. Fumare narghilè è una vera arte, non inferiore per complessità e bellezza alla cerimonia del tè cinese. Questo è un intero rituale con i suoi attributi e regole di etichetta. Qui tutto conta: sia lo stato interno del fumatore che l’atmosfera durante il fumo.

Fatti interessanti sul narghilè

Narghilè declino e rinascita in Cina. Il narghilè compare un po ovunque nei film e nelle fiabe come in“Alice nel paese delle meraviglie”.

Ma cosa stava fumando il bruco blu attraverso il narghilè nel momento in cui Alice l’ha incontrata ? Molto probabilmente non cannabis, anche se questo spiegherebbe i suoi discorsi filosofici, ma tabacco. Il lavoro è stato scritto in un momento in cui i narghilè divennero popolari nell’Inghilterra vittoriana. L’India era stata colonizzata da più di 5 anni e gli inglesi aumentarono il consumo di tabacco proprio per il loro interesse per il nuovo dispositivo. 

Il narghilè più costoso è un dispositivo per fumare dell’ufficio di design Aurentum Svizzera: costo – $ 1.000.000;

Il narghilè più alto – creato appositamente per il Guinness dei primati nel 2016 a Mosca, l’altezza del dispositivo è di 10 metri;

Il più grande narghilè di circonferenza: si trova nel famoso narghilè californiano “Hollywood Hookah Lounge”, la dimensione della sua fiaschetta è impressionante – 1 metro (era composta da 4 parti) e ciotole – 50 cm, altezza – oltre 5 metri;

Quanto fa male fumare il narghilè?

Preparazione narghilè – come fumare narghilè – narghilestore.it

Studi sul fumo affermano che il narghilè è molto più sicuro delle normali sigarette. Il fatto è che il fumo si raffredda e si pulisce senza trattenere resine nocive. Tutte le impurità pericolose per la salute rimangono nell’acqua, che funge da filtro. 

Fumare un narghilè per un’ora è paragonato a fumare una sigaretta. Per le persone che fumano e non riescono a smettere, questa potrebbe essere un’alternativa meno pericolosa. Oggi le persone usano un narghilè per rilassarsi, riposare la mente e il corpo, divertirsi con gli amici.

E tu hai mai fumato il narghilè?

Cristina Giordano
Cristina Giordanohttps://appuntisulblog.it
Ciao a tutti, sono Cristina Giordano, una blogger che si occupa di moda, viaggi, tecnologia, alimentazione e benessere.

2 Commenti

Vuoi ricevere le notifiche sugli ultimi aggiornamenti?

Articoli Correlati

My Agile Privacy
Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione. Cliccando su accetta si autorizzano tutti i cookie di profilazione.

Non puoi copiare il contenuto di questa pagina