Tuscia romana: 5 Borghi medievali Alto Lazio

Date:

Tuscia romana: 5 Borghi medievali nell’Alto Lazio. I dintorni della Tuscia romana con 5 borghi medievali meritano una visita. Territori dell’Alto Lazio come Sutri, Soriano nel Cimino, Ronciglione (situato a 4 Km dal Lago di Vico), di San Martino al Cimino, il palazzo Farnese a Caprarola, Capranica e tanti altri.

Immersi nella natura e in splendidi boschi tra laghi vulcanici e natura incontaminata. Borghi medievali ricchi di magia con una straordinaria offerta artistica, culturale, e immersi nella natura di splendidi paesaggi nel parco dei Monti Cimino nel Lazio.

La regione storica della Tuscia era un tempo dimora degli Etruschi, un’antica civiltà che precedette e in seguito coesisteva con i Romani. questa regione copre un’area che si estende tra il Lazio settentrionale, la Toscana e l’Umbria. Data la posizione, sarai felice di sapere che la Tuscia è molto facile da visitare da Roma.

Città da vedere Nord Lazio: Roma – Provincia di Viterbo

Il nord del Lazio è un paese etrusco con città interessanti, paesi, parchi come il Parco del Cimino, siti archeologici da visitare, resti culturali, noto come il triangolo etrusco.

  1. Bagnoregio, o la morente Civita di Bagnoregio, è una città abbandonata sulla cresta di morbido tufo.
  2. Montefiascone è una bellissima città medievale su una dorsale vulcanica che domina il lago di Bolsena e ospita il miglior vino bianco italiano.
  3. Bomarzo è famoso per ” Parco dei Mostri “. È stata conosciuta fin dalla sua fondazione nel 1552 come “Villa delle Meraviglie” per la scultura fantastica.
  4. Il miglior esempio del giardino rinascimentale italiano può essere visto nei giardini di Villa Lante vicino a Viterbo.
  5. Ammira Soriano e Castello Orsini, ed esplora i luoghi d’interesse, quindi passeggia per la città rinascimentale circostante. 
  6. Caprarola. Visita Palazzo Farnese, un ricco e famoso avamposto risalente al 1555
  7. Blera è un’antica città con radici etrusche nelle vicinanze.

Visita la fortezza di Barbarano Romano sul fiume Biedano e alcune tombe, nonché il Parco Regionale Marturanum. All’interno del parco si trova la Necropoli di San Giuliano, dove si trova il percorso etrusco. o la passeggiata etrusca, che attraverserà le rovine etrusche e romane nella campagna naturale. 

Lazio Etrusco

Tarquinia deve essere la tua prima scelta a causa del museo archeologico di Palazzo Vitelleschi. La città etrusca e la sua necropoli risalgono a 3000 anni fa ed è composta da circa 600 tombe dipinte. 

  • Puoi andare a Tarquinia utilizzando la linea Roma-Ventimiglia, con partenza dalla stazione Roma Ostiense.

Il secondo sito archeologico più importante potrebbe essere Cerveteri, a circa 1,6 km dalla piazza principale della città. È costituito da dozzine di tombe “tumuli”.

-Pubblicità-

Anche le tombe funerarie di Norchia sono interessanti.

5 Borghi medievali Alto Lazio

1/5 Sutri: Un Viaggio tra Storia e Cultura

La Tuscia romana è un’area ricca di storia e cultura, un luogo di grande importanza nella storia dell’Italia. Uno dei luoghi più significativi di questa regione è Sutri, un antico comune che affonda le sue radici nella civiltà etrusca. Sutri è una città ricca di storia e di monumenti, e quando visiti questo luogo puoi comprendere meglio la sua importanza nella storia della Tuscia.

Sutri è un comune di circa 10.000 abitanti, situato nella provincia di Viterbo, a circa 70 km a nord di Roma. La sua posizione geografica è strategica, in quanto si trova sulla Via Cassia, una strada antica che collegava Roma a Firenze, ed è anche circondata da colline e vallate che rendono questo luogo unico nel suo genere.

Tuscia romana: 5 Borghi medievali nell'Alto Lazio
Sutri: Dio Saturno entrata borgo

Sutri è una città di grande rilevanza storica, con una ricca storia che affonda le sue radici nell’antica civiltà etrusca. Il centro storico è stato costruito nel medioevo, con case in pietra e strade di pietra che si intrecciano tra loro, creando un ambiente unico e ricco di fascino.

Uno dei principali monumenti di Sutri è la Chiesa di San Salvatore, costruita nel IX secolo e dichiarata Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO. Si tratta di una chiesa di grande bellezza, con affreschi rinascimentali e numerose opere d’arte. Nella chiesa è anche possibile ammirare una statua di San Salvatore, una delle più antiche di tutto il Lazio.

Sutri è un borgo di antiche origini con resti e monumenti dell’epoca etrusca e del periodo medievale. All’entrata della città un monumento con il primo re della penisola italica a cavallo, il Dio Saturno, padre di tutti gli dei e dei mitici Pelasgi, che secondo la leggenda si stanziò nell’Italia centrale, fondando le città più antiche.

Il nome Saturno veniva pronunciata dagli etruschi Sutrinas, da cui deriverebbe quello della cittadina. Lo stemma sutrino compare ancora il dio a cavallo con un fascio di spighe dorate.

-Pubblicità-
Tuscia romana: 5 Borghi medievali nell'Alto Lazio
Mitreo: abitazioni preistoriche a Sutri

Testimonianze storiche di Sutri iniziano con le necropoli presso la Via Cassia dalla grande varietà di tombe e il monumentale anfiteatro romano, databile tra il I sec. a.C. e i primi anni di quello successivo, interamente ricavato nella roccia, e l’antico Mitreo, trasformato nella chiesa della Madonna del Prato con i suoi notevoli affreschi.

A circa 1 km a sud di Sutri si sviluppa la necropoli urbana, costituita da 64 tombe romane di varie tipologie scavate completamente nel tufo. Nel 2003 Sutri ha ricevuto la Bandiera Arancione come attestato di qualità turistica e ambientale dal Touring Club Italia e dalla Regione Lazio.

Mitreo e l’Anfiteatro romano

Un’altra attrazione di Sutri è il Teatro Romano, costruito in epoca romana e dedicato ai giochi gladiatori. L’anfiteatro, che può ospitare fino a 10.000 persone, è ancora in buone condizioni e si può visitare.

Tuscia romana: 5 Borghi medievali nell'Alto Lazio
Parco dei Monti Cimini: Sutri, anfiteatro romano

In cima al colle…. Villa Savorelli

Tuscia romana: 5 Borghi medievali nell'Alto Lazio
Sutri: Villa Savorelli

In cima al colle e immersa in un parco a Sutri venne successivamente costruita la meravigliosa Villa Savorelli, con la Chiesa Madonna del Monte del 1725 che custodisce al suo interno un affresco di Madonna con Bambino del XIV sec.

-Pubblicità-

Il Museo del Patrimonium ospita nelle sue sale interessanti testimonianze storiche-artistiche della città.

Tuscia romana: 5 Borghi medievali nell'Alto Lazio
Chiesa Madonna del Monte

Interessante incrociare in quelle stradine strette della città vecchia di Sutri, la casa di Dante: una modesta abitazione, che vi soggiornò mentre si recava a Roma per il giubileo del 1300. A pochi chilometri di distanza troviamo sia il Lago di Vico che il Lago di Bracciano entrambi con spiagge e parzialmente balneabili. Questo, ultimo offre, con i suoi borghi e le sue rive ottimi spunti di visita e tranquille passeggiate.

2/5 Caprarola: Un Viaggio nella Caprarola della Tuscia Romana

La Caprarola della Tuscia Romana è un luogo magico, una delle più belle e misteriose zone della Tuscia. Situata a un’altitudine di circa 1000 metri, è un luogo ricco di storia e di cultura. Qui, il tempo sembra essersi fermato e l’atmosfera è unica. La natura incontaminata regala un’esperienza unica a chiunque abbia la fortuna di visitarla.

In questa zona si trovano alcuni dei luoghi più interessanti e affascinanti dell’intera Tuscia. Si può visitare il Castello di Caprarola, una delle più importanti costruzioni militari dell’epoca rinascimentale. Inoltre, è possibile esplorare la natura incontaminata della zona, passeggiare tra i sentieri e ammirare la flora e la fauna della zona.

Un’altra grande attrazione della zona è il lago di Bolsena, un lago di origine vulcanica. Questo lago è una delle principali destinazioni turistiche della zona.

Tuscia romana: 5 Borghi medievali nell'Alto Lazio
Caprarola vista dall’alto

Un’altra attrazione di Caprarola Tuscia Romana è la sua ricca storia. Qui sono presenti tracce della storia antica, come i reperti archeologici preistorici e le rovine delle mura etrusche. Inoltre, si possono ammirare le chiese romaniche e i resti di un antico castello medievale.

La zona offre anche un’ampia selezione di prodotti gastronomici, produzioni artigianali e prodotti biologici locali, come l’olio extravergine di oliva, le mele e i vini.

Tuscia romana: 5 Borghi medievali nell'Alto Lazio
Caprarola: Interno cortile Palazzo Farnese

Da visitare a Caprarola il grandioso Palazzo Farnese, a 21 km da Viterbo fu originariamente costruito per essere una fortezza e proteggere la famiglia Farnese. Venne edificato da Alessandro, nipote di Paolo III, su disegno di Vignola. Si tratta di uno dei più importanti edifici di architettura rinascimentale-manierista nella Tuscia romana che reca all’interno un ciclo di affreschi d’indiscutibile valore artistico.

Degne di nota anche le chiese locali, tra queste S. Maria della Consolazione e S. Rocco. Vanta il marchio di qualità turistico-ambientale Bandiera arancione, conferito dal Touring Club Italiano.

Tuscia romana: 5 Borghi medievali nell'Alto Lazio
Caprarola: Palazzo Farnese

Palazzo Farnese è una struttura spettacolare e visitabile con pochi euro. All’interno troverai un mondo di decorazioni elaborate, con pareti affrescate e sculture dappertutto. Una delle parti più notevoli di Palazzo Farnese è la sua scala a doppia elica che si snoda attorno alle pareti di una stanza a volta.

Caprarola è un luogo unico, un luogo di fascino e di mistero. La sua bellezza naturale, la sua storia e le sue tradizioni sono una delle principali attrazioni della zona.

3/5 Ronciglione, una città ricca di storia nella Tuscia Romana

Tuscia romana: 5 Borghi medievali nell'Alto Lazio
Ronciglione

Ronciglione è una città italiana situata nella Tuscia Romana, una regione di grande importanza storica e culturale. La sua storia risale ai tempi dell’antica Roma, quando era un importante centro commerciale e agricolo.

La città è anche conosciuta come “la città dei cigni”, per via del lago di Vico, un lago di origine vulcanica che ospita una ricca fauna ittica e una popolazione di cigni selvatici.

La città è un luogo ideale per chi ama la storia, le tradizioni e l’arte. Si possono visitare i numerosi monumenti storici, come la Torre di Belvedere, le antiche mura medievali, le antiche chiese e conventi, e la chiesa di San Giacomo.

La città è anche conosciuta per la sua ricca tradizione enogastronomica e per le sue prelibatezze culinarie, come la carne alla brace e i famosi vini della Tuscia.

Ronciglione è anche una meta popolare per gli amanti dello sport. Oltre a numerose strutture sportive, la città ospita una serie di manifestazioni sportive all’aperto, tra cui il Palio dei Cigni, una gara podistica che si tiene ogni anno.

L’arte e la cultura sono parte integrante della vita a Ronciglione. La città ospita numerosi eventi culturali all’anno, tra cui festival di musica, teatro, arti visive e mostre d’arte. Inoltre, l’anno scorso è stato inaugurato un museo interattivo dedicato alla storia di Ronciglione.

Il piccolo borgo nella Tuscia romana, Ronciglione, situato lungo il percorso a ovest del Lago di Vico e della via Francigena, custodisce edifici e chiese sia medievali che rinascimentali; della famosa Chiesa di S. Andrea restano colonne, capitelli e il caratteristico campanile costruito nel 1463.

Si può ammirare inoltre il Castello della Rovere, detto i “Torrioni”, con l’imponente mole sorretta dai grandi torrioni angolari. Interessante l’antichissima Chiesa di S. Maria della Provvidenza eretta nel’XI sec. Infine il Duomo, imponente edificio barocco che conserva importanti opere d’arte.

Ronciglione è una città ricca di storia, cultura ed eventi. Merita sicuramente una visita e rappresenta un’esperienza indimenticabile per chiunque abbia la possibilità di visitarla.

4/5 Soriano nel Cimino

Tuscia romana: 5 Borghi medievali nell'Alto Lazio
Soriano nel Cimino

L’antico borgo medievale di Soriano nel Cimino dista 15 chilometri da Viterbo ed è il comune più grande del comprensorio del Parco dei Monti Cimini, oltre a essere uno dei più popolosi della provincia di Viterbo, nella Tuscia romana.

Sorge arroccato intorno al maestoso Castello Orsini, fatto costruire da papa Niccolò III con le sue mure merlate e la grande torre. Di architettura manierista è il Palazzo Albani – Chigi; notevole la fontana detta Papacqua decorata da sculture, mascheroni e nicchie.

Il territorio di Soriano nel Cimino ha un’altimetria media di 510 m s.l.m. Nella Tuscia romana, confina con Bassano in Teverina, Bomarzo, Canepina, Vallerano, Vasanello, Vignanello, Viterbo e Vitorchiano. Si celebrano eventi in ogni stagione dell’anno come il Carnevale, il Natale e la Sagra delle Castagne che si svolge ogni anno, nelle prime due settimane di ottobre.

Una manifestazione storico-rievocativa che ha radici lontane nel tempo, al secolo XV. La festa è caratterizzata da diversi eventi che riguardano tutto il paese.

Suddiviso in 4 rioni (o contrade): PapacquaRoccaSan Giorgio e Trinità, Soriano si veste di medioevale lungo tutte le vie del paese, che riportano diversi stemmi e addobbi vari con le effigi dei 4 rioni.

Un’altra cosa da non perdere a Soriano è la Faggeta Vetusta, una faggeta delle montagne di Soriano che è anche un sito UNESCO.

5/5 Capranica: Un Viaggio ai Confini della Storia

Tuscia romana: 5 Borghi medievali nell'Alto Lazio
Capranica: Castello degli Anguillara e torre orologio

Se hai voglia di scoprire uno dei borghi più antichi d’Italia, Capranica è il posto giusto. Situato ai piedi dei Monti Cimini, nella provincia di Viterbo, questo borgo è una ricca fonte di storia e di cultura. Passeggiando per le sue strade si può respirare l’aria di un’epoca lontana, caratterizzata da ville, palazzi, chiese e fontane che ancora oggi testimoniano l’importanza che questo territorio ha avuto nei secoli passati.

Sempre nella Tuscia romana, Capranica, borgo di origini etrusche, con numerose chiese di pregio artistico: S. Pietro Apostolo dalle linee semplici ma eleganti, S. Terenziano al Monte eretta fra il XIII e il XIV sec., la più recente S. Maria progettata dai Vespignani.

Le origini di Capranica risalgono al periodo etrusco, il che rende ancora più interessanti le sue origini. La città è stata anche un importante centro di produzione e commercio di olio, vino e formaggi, ed è per questo che è ancora oggi molto apprezzata per la sua autenticità e tradizione gastronomica.

Capranica ha anche una ricca vita culturale. Oltre ad ospitare numerosi musei e gallerie, la città ogni anno ospita anche numerosi festival, mostre ed eventi. Dal Festival Internazionale del Teatro Comunitario alla Mostra del Cinema e della Musica, Capranica è un punto di riferimento per la cultura e l’intrattenimento.

La città è anche sede di importanti eventi sportivi, come il Torneo Internazionale di Tennis e la Coppa del mondo di Motocross. Passeggiando per il centro storico, si possono anche ammirare le numerose chiese e fontane che arricchiscono il paesaggio.

Un giro per le strade di Capranica è l’occasione perfetta per scoprire luoghi pieni di storia e cultura. Le architetture medievali, i vicoli stretti e le piazze acciottolate sono una meravigliosa testimonianza di un passato lontano.

Da vedere il Museo delle Confraternite di Capranica che illustra una tradizione antica e molto sentita nel paese. Spicca fra tutti il Castello degli Anguillara e la Torre dell’orologio, datato 1200, un edificio storico medievale ancora ben conservato.

  • Castello degli Anguillara: Via degli Anguillara, Capranica, Italia
Cristina Giordano
Cristina Giordanohttps://appuntisulblog.it/
Ciao a tutti, sono Cristina Giordano, una blogger che si occupa di moda, viaggi, tecnologia, alimentazione e benessere.

14 Commenti

Sottoscrivi
Notificami
14 Commenti
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti

Sono di Roma e vivo all\’estero, non e\’ casa la Tuscia romana per me pero\’ mi hai riportata un po\’ indietro nel tempo, nelle domeniche di sole.

Veronica

Bellissimi questi luoghi, non li conoscevo. L\’Italia è magnifica tutta.

Fabiana

La Tuscia, che spettacolo! Ci sono stata da piccina, ma da appassionata di storia quale sono, ogni angolo e ogni vicolo mi ha regalato curiosità verso il popolo Etrusco. Ci tornerei immediatamente!

Sara Chandana

Borghi da annotare sul taccuino dei prossimi viaggi da fare in Italia. Sinceramente? Non li conoscevo, sono stati una piacevole scoperta.

Cla

Cinque borghi davvero molto carini. Il lazio è una regione che non conosco bene, ma prima o poi approfondirò.

Helene

Ultimamente sto leggendo molti articoli legati alla Tuscia, zona che proprio non conoscevo ma che ora mi sta incuriosendo molto. Mi segno anche le tue indicazioni.

Simona Genovali

Sai che ni è manca questa zona nella settimana di tour nel Lazio. Sembra una bellissima zona. Quando andremo ti contatto cosi mi dai tutte le informazioni per dormire e per mangiare.

sabina M

conosco molto bene queste zone perchè abiti nel lazio. I borghi della tuscia sono tutti da scoprire

Che vergogna, sono laziale, e ancora non ho avuto modo di visitare nessuno di questi splendidi borghi. A volte Si dovrebbe cominciare proprio da quello che Si ha vicino, dagli angoli meravigliosi della propria regione, invece che cominciare dai posti esotici lontani. L\’Italia è una terra meravigliosa. Dobbiamo ripartire da qui.

Mara

Bel post delle mie zone…ma devo fare una precisazione il lago di bracciano non è parzialmente balneabile è pulitissimo e balneabile tant\’è che beviamo l\’acqua che arriva tramite acquedotto da bracciano…solo alcune aree sono state recentemente chiuse a Trevignano paese per la presenza di nutrie che sono giunte fin li dagli allevamenti.

Zelda

Non conoscevo questi borghi, devo segnarli per la mia prima visita in Lazio.

Danila Salvadei

Mi piace scoprire luoghi nuovi e leggere di essi! Ci sono tanti luoghi caratteristici e bellissimi qui in Italia che è un peccato non riuscire a visitarli! Grazie per il tuo articolo, mi hai incuriosito si questi borghi e se passo da quelle parti li voglio sicuramente visitare!

rosaria

dei borghi davvero favolosi da visitare che non conoscevo

Sheila atrendyexperience

Molto interessante questo tour che meraviglia questi borghi

Articoli Correlati

My Agile Privacy
Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione. Cliccando su accetta si autorizzano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su rifiuta si rifiutano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su personalizza è possibile selezionare quali cookie di profilazione attivare.

Non puoi copiare il contenuto di questa pagina