5 iconiche porte Torii del Giappone simbolo sacro

Date:

Come simbolo del santuario shintoista per i giapponesi, la porta Torii è vista come il confine tra il mondo reale e il mondo spirituale. 

5 Iconiche porte Torii del Giappone simbolo sacro nella vita spirituale del popolo giapponese. I torii sono solitamente porte rosse o arancioni costituite da due colonne collegate da una trave orizzontale che circondano i santuari shintoisti in Giappone. Queste porte sono famose in tutto il mondo, sono esteticamente gradevoli e sono diventate un simbolo della cultura giapponese.

Se visiti la terra del sol levante, puoi vedere le porte Torii ovunque, dal centro della città, nella foresta, da sole sulla cima della montagna o addirittura in mezzo al mare. Ecco 5 iconiche porte Torii del Giappone da non perdere se vuoi scoprire queste porte misteriose! 

I Porte Torii del Giappone – Il Passaggio per un’Antica Tradizione

I porte Torii del Giappone sono un simbolo antico e unico che contraddistingue il paese da tutti gli altri. Si tratta di una porta tradizionale giapponese a forma di archi, che viene spesso usata come gate per templi e santuari shinto. Si dice che il Torii sia stato introdotto dai cinesi nel periodo Tang, ma le radici originali risalgono al periodo Kofun, tra il III e il VII secolo.

I porte Torii sono una parte importante della cultura giapponese. Mentre i templi e i santuari Shinto sono luoghi di culto per la religione, i Torii rappresentano un passaggio tra il mondo spirituale e quello fisico. La loro forma unica è stata progettata per ispirare rispetto e riverenza nei confronti del sacro.

Il Torii è anche un simbolo molto usato nell’arte giapponese. Si possono trovare Torii dipinti su tele e su tavole, e anche come elementi di design su ceramiche, porcellane e tessuti. Oggi, le porte Torii sono anche una presenza comune nei giardini giapponesi.

Le porte Torii sono realizzate in legno o in pietra. Spesso sono dipinte in rosso, il colore tradizionale della tradizione shinto, ma possono anche essere dipinte in bianco o in altri colori. Sono spesso decorate con motivi e simboli religiosi come l’uccello fenice, la luna o il sole.

I porte Torii rappresentano una parte importante della tradizione giapponese e sono un modo per onorare e proteggere i luoghi sacri. Quando si visita un santuario shinto, passare attraverso un Torii è un modo per mostrare rispetto per il luogo sacro e per la cultura giapponese.

Che cosa sono i portali Torii

Un portale Torii è un ornamento architettonico che rappresenta il passaggio del mondo in un luogo sacro. Questa porta segna l’ingresso sacro ad alcuni santuari o templi shintoisti. Chiamati Asmitori significa letteralmente “dimora degli uccelli”, dato che i volatili si sistemano su questi cancelli di legno rossi. 

L’origine esatta di queste porte è sconosciuta. Alcune teorie affermano che sia stata un’invenzione locale, altri dicono che sia stata importata da altri paesi. Anche altre culture come la Cina e la Corea usano cancelli simili, ognuno con le proprie caratteristiche.

Cosa rappresenta il Torii?

Il colore del torii è solitamente rosso perché i giapponesi affermano che tale colore ha il potere di allontanare le malattie. Ci sono anche torii in pietra, bronzo e altri materiali, ma si trovano i più comuni cancelli in legno rosso.

La forma distintiva della porta, o torii, è nota alle persone di tutto il mondo come simbolo di un santuario shintoista. Di solito la presenza di un portale indica un santuario nelle vicinanze, anche se molto piccolo. 

5 iconiche porte Torii del Giappone simbolo sacro
Struttura porta torii

5 iconiche porte Torii del Giappone – materiale. Anche il materiale utilizzato per la loro costruzione è molto diverso. Molto spesso è legno dipinto con minio. Per le strutture più grandi vengono utilizzati interi tronchi di enormi cryptomeria giapponesi a due circonferenze. Ci sono, anche se piuttosto rari, torii, saldati o rivettati da travi di ferro, attraverso la verniciatura carminia esterna di cui la ruggine inizia a sfondare con il tempo. Ci sono porte del tempio fatte di bronzo e persino di granito. 

Spesso erette, soprattutto di recente, strutture in cemento armato non verniciato, spesso perse sullo sfondo dei soliti colori urbani – pareti grigie di case e asfalto polveroso, anche se i costruttori, cercando di dare loro almeno un accenno di aspetto tradizionale, coprono il cemento indurito dei pilastri con un motivo che ricorda la ruvida corteccia di cryptomeria.

Portali in giro per il Giappone

Queste 5 iconiche porte Torii del Giappone sono collocati per segnare l’ingresso ai siti imperiali e ad alcuni castelli che di solito avevano un santuario nelle vicinanze. I torii possono essere trovati in diverse dimensioni, inclusa uno così piccolo da poter essere posizionata su un tavolo, usata come souvenir. Possono elevarsi da soli sopra un sentiero o una strada, oppure possono costituire un intero colonnato, anche se somiglia a una palizzata di pali.

1. Heiwa no Torii – il cancello galleggiante del Santuario di Hakone

5 iconiche porte Torii del Giappone simbolo sacro
Heiwa no Torii 

Heiwa no Torii situato presso il Santuario di Hakone, nella prefettura di Kanagawa, è uno delle 5 iconiche porte Torii del Giappone, uno dei cancelli più ricercati da fotografi e turisti per la sua posizione speciale: galleggia nell’acqua del lago Ashinoko, un lago vulcanico. Tuttavia, è possibile avvicinarsi al centro e posare per una foto. Per raggiungere questa famosa porta Torii, dal Santuario di Hakone i visitatori devono attraversare la fitta foresta e poi salire le scale di pietra. Nelle giornate limpide, il Monte Fuji è visibile dietro il fiume Torii.

5 iconiche porte Torii del Giappone simbolo sacro
Santuario di Hakone, Prefettura di Kanagawa

Oltre a Heiwa no Torii, il Santuario di Hakone ha altri due grandi cancelli Torii che evidenziano il terreno del santuario in mezzo alla fitta foresta. Con una storia che risale al 757, il Santuario era un luogo spirituale visitato da comandanti militari e viaggiatori feudali per pregare per un viaggio sicuro. Inoltre, puoi pregare per molti altri problemi come la fortuna o l’incontro con la tua anima gemella. 

Indirizzo:  80-1 Motohakone, Hakone, distretto di Ashigarashimo, prefettura di Kanagawa

2. Kamiiso no Torii

5 iconiche porte Torii del Giappone simbolo sacro
Kamiiso no Torii

Un altro delle 5 iconiche porte Torii del Giappone è Kamiiso no Torii, un bellissimo cancello circondato dall’acqua. A seconda dell’ora dell’alta marea, si può vedere il cancello adagiato sulla scogliera o galleggiare sull’acqua. 

5 iconiche porte Torii del Giappone simbolo sacro
Santuario di Oarai Isaki, Prefettura di Ibaraki

La porta Kamiiso no Torii del Santuario di Oarai Isosaki fu fondata nell’856. La leggenda narra che questa porta sia il luogo in cui discesero le due divinità Daikoku-sama e Sukunahikona-no-Mikoto. Sebbene sia possibile godere del maestoso scenario in qualsiasi momento dell’anno, è meglio esserci il giorno di Capodanno secondo il rituale Hatsumoude. Guardare il sole sorgere dal mare, avvicinarsi lentamente alla posizione centrale tra le due colonne della porta Torii sarebbe un ottimo inizio d’anno. 

Indirizzo:  249-1 Isohamacho, Oarai, distretto di Higashiibaraki, prefettura di Ibaraki

3. Porta Torii a Tenku no Torii – porta del paradiso

Tenku no Torii o “porta del paradiso” è un luogo perfetto per ammirare il sacro Monte Fuji. Situato su una collina del Santuario Kawaguchi Asama, uno delle 5 iconiche porte Torii del Giappone, Tenku no Torii, è un cancello non troppo grande ma pittoresco. 

5 iconiche porte Torii del Giappone simbolo sacro
Porta Torii a Tenku no Torii 

Il santuario è stato costruito per adorare il Monte Fuji, quindi la porta Tenku no Torii è nata come remoto luogo di preghiera del santuario. A Kawaguchi Asama ci sono circa sette cedri sacri di oltre 1.200 anni, designati come “monumento naturale” della prefettura di Yamanashi. In particolare, c’è una coppia di alberi uno accanto all’altro, considerati un “albero corrispondente”. 

Indirizzo:  1119-2 Kawaguchi, Fujikawaguchiko, distretto di Minamitsuru, prefettura di Yamanashi

4. Oyunohara Tori – La più grande porta Torii del Giappone

Oyunohara Torii, situata nella prefettura di Wakayama, ha un’altezza impressionante di 33 m ed è la più grande porta Torii del Giappone. Questa porta sacra appartiene a Kumano Hongu Taisha, il santuario principale del gruppo Kumano Sanzan di tre templi della regione di Kumano. Secondo i documenti storici, il tempio nacque all’inizio del IX secolo, tuttavia, molte persone credono ancora che sia apparso prima. Nel 1889, una massiccia alluvione danneggiò il tempio e alla fine fu ricostruito a circa 1 km dalla sua posizione originale. 

5 iconiche porte Torii del Giappone simbolo sacro
Oyunohara Torii

Entrando attraverso questa gigantesca porta Torii, si deve camminare attraverso 158 gradini di pietra per raggiungere Kumano Hongu Taisha, un tempio che presenta una sala principale con tetto di paglia. Un altro punto culminante dell’antico tempio è il simbolo del corvo a tre zampe Yatagarasu, il messaggero degli dei. Queste tre gambe rappresentano il cielo, la terra e l’umanità. 

Indirizzo:  1 Hongucho Hongu, Tanabe, Prefettura di Wakayama

5. Porta Torii al Santuario Motonosumi Đền

Uno delle 5 iconiche porte Torii del Giappone è la Porta Torii al Santuario Motonosumi. Rispetto ad altri santuari che hanno una sola porta Torii, il Santuario Motonosumi ha 123 porte Torii allineate lunghe più di 100 metri, creando uno scenario magnifico lungo la costa della prefettura di Yamaguchi. 

5 iconiche porte Torii del Giappone simbolo sacro
Motonosumi Inari Shrine nella prefettura di Yamaguchi, Japan.

La storia della nascita del Santuario di Motonosumi è associata alla storia di un dio volpe che apparve e diede un oracolo a un residente locale della città di Nagato sulla costruzione del tempio nel 1955. Successivamente, i lavori di costruzione iniziarono nel 1987 e ci sono voluti 10 anni per completarlo. 

5 iconiche porte Torii del Giappone simbolo sacro
Santuario di Motonosumi nella prefettura di Yamaguchi

A differenza dei santuari che hanno una cassetta dei meriti (Saisenbako) sul terreno dove i visitatori possono lasciare una moneta, la cassetta dei meriti di Motonosumi è posta in cima alla prima porta Torii del santuario. Per realizzare i loro desideri, i visitatori devono cimentarsi nel lancio di una moneta nel Saisenbako situato in cima.

Il tempio è un popolare luogo spirituale per la prosperità degli affari, la buona fortuna nella pesca e la sicurezza in alto mare. Tuttavia, questo è un luogo sacro per pregare sull’amore. 

Indirizzo:  498 Yuyatsuo, Nagato, prefettura di Yamaguchi

Simbolo del Giappone – porta torii

Le porte Torii sono apparse in Giappone dalla metà del periodo Heian, intorno al 922, quando il buddismo fu introdotto in Giappone. Tuttavia, rispetto al buddismo, la porta giapponese Torii è più associata allo shintoismo con il simbolo Torii rappresentato nei templi shintoisti.

Fushimi Inari Shrine in Kyoto: All 10,000 Gates Explored 夜の京都伏見稲荷神社

Perché attraversare le porte Torii?

Le porte sacre sono una sorta di transizione verso l’altro mondo, verso il mondo degli esseri divini: i kami. Passando il torii, la coscienza umana si trasforma. Il fatto che una persona possa entrare o meno nel mondo dei kami dipende solo da se stesso. Prima di varcare le porte sacre, devi inchinarti e, passando sotto di esse, devi prepararti per un incontro con gli spiriti dei morti. Se una persona, camminando lungo un sentiero nel bosco, si imbatte in un cancello rituale, significa che gli spiriti lo hanno portato da loro in modo che potesse ripensare alla sua vita e pensare ai suoi affari in essa.

Cristina Giordano
Cristina Giordano
Ciao a tutti, sono Cristina Giordano, una blogger che si occupa principalmente di moda, viaggi, tecnologia, alimentazione e benessere. Negli anni ho avuto l'opportunità di collaborare con diverse marche e aziende, che mi hanno permesso di ampliare le mie conoscenze e di fare nuove amicizie con persone che condividono la mia stessa passione.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Strani riti pagani di Natale e Befana

Ballando attorno all’albero di Natale, senza saperlo, seguiamo tradizioni che hanno avuto origine migliaia di anni fa: strani riti pagani di Natale, ancor prima...

Usanze natalizie del Medioevo

Origini delle tradizioni natalizie nel Medioevo Una breve escursione storica nelle tradizioni di Capodanno e Natale del Medioevo. Molte tradizioni moderne di queste festività affondano...

Eventi natalizi in Europa da non perdere

Un viaggio culturale attraverso le celebrazioni festive in Europa dal Nord al Sud, Est e Ovest. Il Natale è un momento di festa e...

Articoli Correlati

In crociera negli Emirati Arabi: cosa bisogna sapere

Quando si parla di Emirati Arabi, il primo pensiero si sposta subito su Dubai. Si tratta di una...

Thailandia 22 cose da sapere insolite

Un paese nel sud-est asiatico, conosciuto come il Regno di Thailandia, dalle strane usanze, ai fatti linguistici e...

Che cos’è il Cammino di Santiago de Compostela?

Sei alla ricerca di una sfida che possa cambiare la tua vita? Vuoi fare un'esperienza di viaggio unica,...

Storia cinese imperatori 10 fatti poco noti

La Cina, che è una delle civiltà più antiche del mondo, sede della più grande popolazione al mondo...
My Agile Privacy
Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione. Cliccando su accetta si autorizzano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su rifiuta o la X si rifiutano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su personalizza è possibile selezionare quali cookie di profilazione attivare.