Enzimi in cosmetica dove si trovano?

Date:

Enzimi in cosmetica dove si trovano? In cosmetologia vengono utilizzati per potenziare e migliorare i processi di rinnovamento della pelle. Gli enzimi sono proteine ​​che svolgono un ruolo chiave nella regolazione delle reazioni biochimiche nel corpo. In questo articolo esamineremo i benefici e le indicazioni dell’utilizzo degli enzimi nei cosmetici per comprendere più in dettaglio come questi potenti componenti possano aiutare a trasformare e migliorare la pelle.

Proteine ​​naturali efficaci nel migliorare le condizioni della pelle: Enzimi in cosmetica dove si trovano?

Enzimi in cosmetica dove si trovano?
Enzimi in cosmetica dove si trovano?

Gli enzimi vengono utilizzati in cosmetica come ingredienti attivi in ​​vari prodotti come maschere, peeling, creme e sieri. Sono ottenuti da fonti come frutta (ananas, papaia), latte, albume e altri. Gli enzimi lavorano sulla superficie della pelle e sono in grado di rimuovere le cellule morte, l’eccesso di sebo e le impurità.

Cosa sono enzimi?

La delicata esfoliazione migliora la struttura della pelle, lasciandola più liscia e fresca. Inoltre, gli enzimi sono in grado di penetrare negli strati profondi della pelle, stimolandone i naturali processi di rigenerazione e la crescita delle fibre di collagene. Sono adatti a vari tipi di pelle, comprese quelle sensibili e problematiche, e possono donare alla pelle un aspetto radioso e sano.

Tipi di enzimi per diversi tipi di pelle

Enzimi in cosmetica dove si trovano?
Tipi di enzimi per diversi tipi di pelle

Ad ogni enzima in cosmetica corrisponde i diversi tipi di pelle.

Enzimi per pelli grasse e a tendenza acneica

La papaina, derivata dalla papaia, è un enzima che rimuove il sebo in eccesso e sblocca i pori, rendendolo un ingrediente popolare nei prodotti progettati per la pelle grassa e a tendenza acneica. Aiuta a mantenere l’equilibrio di idratazione.

Enzimi per pelli secche e sensibili

Chi ha la pelle secca dovrebbe scegliere enzimi più idratanti e delicati, come la bromelina, derivata dall’ananas. Aiutano a mantenere i livelli di idratazione rimuovendo le cellule morte per una pelle più liscia e morbida.

Come funzionano gli enzimi?

Enzimi in cosmetica dove si trovano?
Come funzionano gli enzimi?

1. Esfoliazione delicata.

Gli enzimi hanno la capacità di decomporre le cellule morte, la cheratina e le piccole impurità presenti sulla superficie della pelle. Funzionano a livello molecolare, rompendo i legami tra le cellule, permettendoti di esfoliare delicatamente lo strato superiore della pelle senza danni o irritazioni.

2. Stimolazione della rigenerazione.

Gli enzimi possono penetrare negli strati profondi della pelle, dove attivano i processi naturali di rinnovamento e rigenerazione cellulare. Stimolano la sintesi di collagene ed elastina, componenti importanti della pelle che le conferiscono elasticità e un aspetto giovanile.

3. Effetto antinfiammatorio.

Alcuni enzimi hanno proprietà antinfiammatorie e aiutano a ridurre l’infiammazione della pelle, il che è particolarmente utile per le persone con problemi di pelle o acne.

4. Schiarire e uniformare il tono della pelle.

Alcuni enzimi aiutano a ridurre la pigmentazione e le imperfezioni della pelle, favorendo un tono più uniforme e una luminosità della pelle.

5. Migliora la penetrazione di altri principi attivi.

Gli enzimi migliorano la penetrazione di altri componenti benefici dei prodotti cosmetici, come vitamine, antiossidanti e peptidi, aumentandone l’efficacia.

Quando è necessario l’uso degli enzimi?

1. Pelle opaca.

Il naturale processo di rinnovamento cellulare sulla superficie della pelle rallenta con l’età e porta ad una perdita di luminosità e lucentezza. Enzimi come la papaina della papaia o la bromelina dell’ananas agiscono come delicati esfolianti, rimuovendo le cellule morte e stimolando il rinnovamento della pelle. Di conseguenza, la pelle diventa più liscia e fresca e il suo splendore naturale viene ripristinato.

2. Tonalità e pigmentazione della pelle non uniformi.

Gli enzimi aiutano a ridurre il tono e la pigmentazione irregolari. Agiscono sulla superficie della pelle per rimuovere le cellule vecchie e pigmentate e stimolano anche la produzione di nuove cellule dal colore più uniforme. La papaina, ad esempio, ha proprietà sbiancanti e può ridurre l’intensità della pigmentazione.

3 Aspetto stanco.

Gli enzimi stimolano la circolazione sanguigna e migliorano la microcircolazione cutanea. Ciò aumenta l’apporto di ossigeno e sostanze nutritive alle cellule della pelle, contribuendo al suo ringiovanimento e al ripristino di un aspetto fresco e riposato.

4. Pori e acne.

Alcuni enzimi hanno proprietà antinfiammatorie e possono ridurre l’infiammazione e l’irritazione della pelle associate all’acne. Aiutano anche a sbloccare i pori rimuovendo il sebo in eccesso e le cellule morte, impedendo la formazione di nuovi brufoli.

5. Macchie dell’età e scottature solari.

Alcuni enzimi aiutano a ridurre la pigmentazione e a sbiancare le macchie scure causate da scottature solari o da un eccesso di pigmento nella pelle.

6. Preparare la pelle per altre procedure.

Gli enzimi vengono utilizzati anche come fase preliminare prima di altre procedure cosmetiche: peeling chimico o ringiovanimento laser. Preparano la pelle rimuovendo le cellule morte e migliorandone la struttura.

Quali prodotti cosmetici contengono enzimi?

  • Peeling enzimatici. Si tratta di maschere o formulazioni di gel che contengono enzimi. Aiutano a esfoliare delicatamente le cellule morte, migliorando la struttura della pelle e aggiungendo luminosità.
  • Maschere e scrub con estratti di frutta. Molti frutti, come papaia, ananas, pera e mela, contengono enzimi naturali. I prodotti contenenti estratti di questi frutti vengono utilizzati come maschere o scrub per esfoliare delicatamente e migliorare le condizioni della pelle.
  • Creme e sieri con enzimi. Alcune creme e sieri includono enzimi nelle loro formulazioni per stimolare il ricambio cellulare e migliorare il tono della pelle.
  • Detergenti. Alcuni detergenti, come gel o schiume, contengono enzimi che aiutano a rinfrescare e pulire la pelle.
  • Prodotti per la cura della pelle con probiotici attivi. I probiotici sono una forma di enzimi che aiutano a migliorare la microflora cutanea, a ridurre l’infiammazione e a mantenere la salute della pelle.
  • Cosmetici che utilizzano ingredienti fermentati. Alcuni prodotti cosmetici utilizzano ingredienti fermentati, come estratti vegetali o acidi della frutta, che contengono anche enzimi e hanno proprietà esfolianti e idratanti.

Perché l’uso frequente di enzimi è indesiderabile per la pelle?

  • Secchezza eccessiva della pelle. Gli enzimi esfoliano delicatamente le cellule morte sulla superficie della pelle. Tuttavia, l’uso troppo frequente di prodotti contenenti enzimi può causare secchezza, soprattutto se hai la pelle secca o sensibile. L’esfoliazione frequente priva la pelle del suo strato protettivo naturale e danneggia la sua funzione barriera.
  • Irritazione e arrossamento della pelle. Per alcune persone, soprattutto quelle con pelle sensibile, l’uso frequente di enzimi può causare irritazione, arrossamento e sensazione di bruciore. Questo perché gli enzimi potrebbero essere troppo forti per alcuni tipi di pelle.
  • Maggiore sensibilità alla luce solare. Alcuni enzimi rendono la pelle più sensibile alla luce solare e aumentano il rischio di scottature. Pertanto, se si utilizzano prodotti contenenti enzimi, soprattutto in estate, è importante utilizzare una protezione solare con un alto livello di SPF.
  • Rischio di microtraumi cutanei. L’uso di prodotti enzimatici troppo frequentemente o in combinazione con altre procedure cosmetiche aggressive come peeling chimici o resurfacing laser aumenta il rischio di danni alla pelle.

Pro e contro:

Pro:

  1. Esfoliazione delicata: gli enzimi possono esfoliare delicatamente la pelle rimuovendo le cellule morte e migliorando la texture e l’aspetto della pelle. Rispetto ad altri metodi di esfoliazione, come gli scrub con granuli, gli enzimi sono generalmente più delicati e meno irritanti per la pelle sensibile.
  2. Miglioramento della luminosità: l’utilizzo di enzimi nei cosmetici può aiutare a migliorare la luminosità della pelle, rendendola più radiosa e giovane.
  3. Azione specifica: diversi tipi di enzimi possono avere effetti specifici sulla pelle. Ad esempio, l’enzima papaina, presente nell’ananas, può aiutare a ridurre le macchie scure e uniformare il tono della pelle, mentre l’enzima bromelina, presente nell’ananas e nella papaya, può ridurre l’infiammazione e lenire la pelle sensibile.
  4. Trattamento di specifiche problematiche cutanee: gli enzimi possono essere utilizzati per trattare specifiche problematiche cutanee come l’acne, l’iperpigmentazione o le rughe. Possono contribuire a ridurre l’infiammazione, migliorare la circolazione sanguigna e stimolare la produzione di collagene.

Contro:

  1. Reazioni allergiche: alcune persone possono essere sensibili o allergiche agli enzimi utilizzati nei cosmetici. È importante fare una prova di sensibilità prima di utilizzare un prodotto contenente enzimi sulla pelle del viso o del corpo.
  2. Irritazione della pelle: se utilizzati in concentrazioni troppo elevate o lasciati sulla pelle per troppo tempo, gli enzimi possono causare irritazione cutanea. È importante seguire le istruzioni del produttore e non lasciare il prodotto in posa più a lungo di quanto raccomandato.
  3. Compatibilità con altri ingredienti: gli enzimi possono interagire con altri ingredienti presenti nei cosmetici. È importante controllare l’etichetta del prodotto per assicurarsi che non ci siano controindicazioni o reazioni indesiderate con altri ingredienti.
  4. Effetto temporaneo: l’effetto degli enzimi nei cosmetici può essere temporaneo e richiedere un utilizzo costante per mantenere i risultati desiderati. Se si interrompe l’utilizzo del prodotto, l’effetto potrebbe scomparire nel tempo.

Conclusione

In generale, i cosmetici contenenti enzimi stanno guadagnando slancio grazie alla loro versatilità. È adatto a quasi tutti, non richiede un’attenta selezione e ha un effetto notevole con il minimo sforzo. 

Pronto a provare? 

Cristina Giordano
Cristina Giordanohttps://appuntisulblog.it/
Ciao a tutti, sono Cristina Giordano, una blogger che si occupa di moda, viaggi, tecnologia, alimentazione e benessere.
Sottoscrivi
Notificami
0 Commenti
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti

Articoli Correlati

Che differenza c’è tra crema e unguento? pro e contro

Quando si tratta di lenire e curare la pelle, spesso ci sono diverse opzioni in farmacia o online....

Rumore nelle orecchie, cause e cura acufene

I sintomi dell’acufene variano da persona a persona e possono includere uno squillo che va e viene o...

Epilazione laser alle ascelle: quanto dura e quanto è sicura?

I peli superflui sono tra gli inestetismi più detestati in assoluto. Soprattutto nei mesi caldi, sono tantissime le...

4 motivi per non detergere il viso la mattina

L'annoso dibattito: detergere o non detergere il viso la mattina? Detergere il viso mattina e sera è un...
My Agile Privacy
Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione. Cliccando su accetta si autorizzano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su rifiuta si rifiutano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su personalizza è possibile selezionare quali cookie di profilazione attivare.
error: Content is protected !!