Il Pirata più famoso della Storia, Barbanera

Date:

Barbanera, il Pirata più famoso della Storia. Il picco principale del fenomeno della pirateria si è verificato nel diciassettesimo secolo, quando gli oceani del mondo erano una scena di lotta tra le potenze coloniali europee Spagna, Gran Bretagna e alcuni altri paesi che hanno guadagnato slancio. 

Il Pirata più famoso della Storia, Barbanera

Il Pirata più famoso della Storia, Barbanera
Il Pirata più famoso della Storia, Barbanera

Parti per un viaggio nel tempo alla scoperta della figura piratesca più famigerata della storia. Quando pensiamo ai pirati, spesso immaginiamo un avventuriero spavaldo, che naviga attraverso acque insidiose, alla ricerca di ricchezze indicibili. Eppure, un nome spicca in mezzo al mare di personaggi famosi: Edward Teach, meglio conosciuto come Barbanera, attivo 1716-1718 circa.

Primi anni di vita

Edward Teach nacque a Bristol, in Inghilterra, intorno al 1680. I dettagli sulla sua infanzia sono scarsi, ma si ritiene che abbia lavorato come marinaio prima di diventarlo.

Il suo semplice nome incuteva timore nei cuori dei marittimi durante l’età d’oro della pirateria. Conosciuto per la sua barba folta e nera, l’uso di stoppini accesi nei capelli e nella barba durante la battaglia, i suoi attacchi brutali e privi di pietà sulle navi mercantili e la sua sconfitta e morte per mano del tenente Robert Maynard.

Carriera

La carriera piratesca del leggendario Edward Teach, meglio conosciuto come Barbanera, durò solo cinque anni. In un periodo di tempo così breve in termini di vita umana, è riuscito a diventare il pirata più famoso della storia. Teach è servito come prototipo per il Capitano Flint dal romanzo di Stevenson L’isola del tesoro.

Intorno al 1716, Teach iniziò la sua carriera nel Mar dei Caraibi. Operò principalmente lungo la costa orientale del Nord America, prendendo di mira navi mercantili e saccheggiando i loro carichi. Diventò noto per la sua brutalità, spesso torturando i suoi prigionieri e uccidendoli senza pietà.

La bandiera nera

Il Pirata più famoso della Storia, Barbanera
La bandiera nera

Una delle caratteristiche più famose di Barbanera era la sua bandiera nera che raffigurava uno scheletro con una spada in una mano e una clessidra nell’altra, sormontato dalle parole “Meglio morto che prigioniero”. La bandiera serviva come avvertimento alle sue vittime e divenne un simbolo del suo temibile potere.

-Pubblicità-

Chi erano i pirati, storia breve

Nel soffocante Mar dei Caraibi, dove il sole splendeva senza pietà e il vento ululava come una banshee, viveva una famigerata banda di pirati conosciuta come “Il Pugno di Ferro”. Guidati dall’enigmatico Capitano Morgan Barbanera che, con il suo sguardo penetrante, la fluente barba nera e un debole per la violenza, instillava la paura anche nei cuori dei marinai più esperti. Il suo equipaggio era un gruppo eterogeneo di criminali incalliti, nobili in esilio e anime disperate, ognuno con i propri oscuri segreti.

Una notte tempestosa, mentre il Pugno di Ferro solcava acque insidiose, un galeone solitario apparve all’orizzonte. Era una nave mercantile carica di merci preziose. Gli uomini di Barbanera divennero inquieti, i loro occhi brillavano di avidità.

“Preparate i cannoni!” urlò Barbanera, la sua voce era come un tuono.

All’inizio della battaglia, i pirati scatenarono una raffica di cannoni che squarciò lo scafo della nave mercantile. L’equipaggio ha combattuto valorosamente, ma non poteva competere con la potenza di fuoco superiore dell’Iron Fist. Salendo a bordo della nave devastata, Barbanera e i suoi uomini trovarono un tesoro oltre i loro sogni più sfrenati: oro, argento e gioielli. Si sono divertiti nella loro vittoria, bevendo e facendo baldoria fino alle prime ore.

Ma il loro trionfo fu di breve durata. La Royal Navy, allertata della loro presenza, inviò uno squadrone di navi da guerra. Ne seguì un feroce inseguimento, con palle di cannone che volavano e navi che esplodevano da tutte le parti.

La leggenda di Barbanera

L’eredità di Barbanera è avvolta nel mistero e nella leggenda. La sua figura imponente, ornata da una folta barba nera da cui deriva il soprannome, divenne un simbolo del terrore in alto mare. Barbanera era noto per le sue magistrali capacità di navigazione, il suo genio strategico in battaglia e la sua straordinaria capacità di sfuggire alla cattura. Era un uomo che incuteva rispetto e paura, rendendo il suo nome sinonimo della pirateria stessa.

Le famigerate gesta di Barbanera

Non si può parlare di Barbanera senza menzionare la sua nave ammiraglia, la Queen Anne’s Revenge. Con il suo formidabile schieramento di cannoni e il suo temibile equipaggio, la nave di Barbanera era una forza inarrestabile. Il suo regno sui Caraibi e sulle colonie americane fu segnato da numerose incursioni audaci e saccheggi di tesori.

-Pubblicità-

Nonostante la sua reputazione spietata, alcuni resoconti suggeriscono che Barbanera non fosse così assetato di sangue come molti credevano, preferendo usare la sua temibile immagine per intimidire piuttosto che versare sangue inutilmente. La fine del mistero duraturo di Barbanera è arrivata tanto rapidamente quanto la sua ascesa all’infamia.

Le tattiche navali di Barbanera

Il Pirata più famoso della Storia, Barbanera
Le tattiche navali di Barbanera

Il successo di Barbanera non era dovuto esclusivamente al suo aspetto spaventoso; il suo uso strategico delle tattiche navali ha giocato un ruolo significativo. Era abile nel creare alleanze e pianificare attacchi coordinati, spesso sorprendendo i suoi obiettivi con velocità e forza. La sua conoscenza del vento e delle maree gli ha permesso di superare in astuzia navi da guerra più grandi, a testimonianza della sua abilità di marittimo e tattico.

La caccia a Barbanera

Nel 1718, il tenente Robert Maynard fu incaricato dal governatore della Virginia di dare la caccia a Barbanera. Maynard inseguì Barbanera e la sua nave, “Adventure”, fino a Ocracoke Island, nella Carolina del Nord. In un disperato tentativo di fuga, la nave di Barbanera manovrò attraverso uno stretto canale ma era troppo tardi, una bordata ben mirata di una fregata britannica squarciò lo scafo, facendolo affondare.

La battaglia finale

Il Pirata più famoso della Storia, Barbanera
pirata

Il 22 novembre 1718, Maynard e i suoi uomini ingaggiarono Barbanera e il suo equipaggio in una feroce battaglia. Barbanera fu gravemente ferito durante lo scontro e alla fine fu ucciso da Maynard. Maynard fece tagliare la testa di Barbanera e la mise su un picchetto come avvertimento ad altri pirati. Tredici pirati catturati vivi in ​​battaglia furono portati nel porto di Williamsburg, situato nell’attuale New York. Sono stati giudicati colpevoli e condannati all’impiccagione.

-Pubblicità-

L’impatto culturale

Le storie di Barbanera sono penetrate nella cultura popolare, dove sono state romanticizzate e raccontate in varie forme. Dall’immagine della bandiera dei pirati, il “Jolly Roger”, alle misteriose mappe che conducono a tesori sepolti, la tradizione di Barbanera ha influenzato la nostra percezione dei pirati e dell’avventura. La sua presenza nei media, dalla letteratura al cinema, consolida il suo status di icona di ribellione e libertà.

Il mistero duraturo

La fine di Barbanera arrivò rapida quanto la sua ascesa all’infamia. Nel 1718 venne ucciso in una feroce battaglia contro la Regia Marina, suggellando per sempre la sua leggenda. Secoli dopo, la sua storia continua ad affascinarci, ispirando libri, film e folklore. La sua vita, sebbene intrisa di mito, funge da testimonianza dello spirito dell’epoca e del fascino eterno della libertà della vita piratesca.

Unisciti a noi nel ricordare il pirata più famoso della storia, non solo per le sue gesta, ma per il segno duraturo che ha lasciato nell’immaginazione del mondo. La storia di Barbanera ci ricorda che c’è un po’ di avventura in ognuno di noi, in attesa di salpare in alto mare della storia.

Cristina Giordano
Cristina Giordanohttps://appuntisulblog.it/
Ciao a tutti, sono Cristina Giordano, una blogger che si occupa di moda, viaggi, tecnologia, alimentazione e benessere.
Sottoscrivi
Notificami
0 Commenti
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti

Articoli Correlati

Hunter x Hunter: storia del manga

“Hunter x Hunter”, creato dal celebre mangaka Yoshihiro Togashi, è un titolo che ha lasciato un'impronta indelebile nel...

Differenza titoli nobiliari dai re ai Lords

Differenza titoli nobiliari dai re ai Lords, ai duchi ai baroni, gerarchia nobiltà che si trovano in lungometraggi,...

Jeanne Baret prima donna a circumnavigare il globo

Jeanne Baret prima donna a circumnavigare il globo, nota come ragazza delle erbe o botanica, è nata in...

Cosa simboleggia il ramoscello di ulivo?

Cosa simboleggia il ramoscello di ulivo? simbolo della pace, riconciliazione e vittoria, spesso associato alla dea greca della...
My Agile Privacy
Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione. Cliccando su accetta si autorizzano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su rifiuta si rifiutano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su personalizza è possibile selezionare quali cookie di profilazione attivare.

Non puoi copiare il contenuto di questa pagina