Osteoporosi: sintomi e cura con il magnesio

Osteoporosi: sintomi e cura con il magnesio

L’osteoporosi è una malattia delle ossa che si manifesta in modo chiaro e lampante.

L’osteoporosi è spesso accompagnata da una maggiore fragilità ossea, spesso con fratture vertebrali, fratture di femore, che compromettono gravemente la normale vita dei pazienti. È una malattia metabolica ossea sistemica che comporta la degenerazione micro strutturale del tessuto osseo. Le cause dell’osteoporosi sono complesse e spesso dominate da disturbi endocrini.

Osteoporosi: sintomi e cura con il magnesio

Molti studi hanno dimostrato che gli atleti hanno una densità ossea più alta e che l’esercizio fisico può aumentare la quantità totale di calcio osseo. Perdere peso, anche una moderata perdita di peso, può causare una perdita ossea generale, che può essere dovuta alla riduzione della pressione meccanica dell’osso. L’osteoporosi può essere affrontata, con una dovuta attività fisica e con uno stile di vita adeguato:

Densità minerale ossea e carenza di calcio

Una perdita di massa ossea significa che la BMD (Bone Mass Density – Densità minerale ossea) ha un valore inferiore a quello previsto in base all’età, ed è sintomo di osteopatia o osteoporosi. Gli osteociti sono ex osteoblasti che rimangono intrappolati nelle secrezioni in cavità a forma di ragno diventano osteociti che rappresentano la fase matura degli osteoblasti. Il tessuto osseo è vivo e minerale formato da cellule (osteociti) che sono distribuite attorno ai canali di Havers percorsi da vasi e nervi. Sebbene l’osteocito sia una cellula a riposo sembra partecipare al metabolismo osseo in risposta a stimoli di diversa natura e alla regolazione della quota di calcio e di fosforo nel sangue, controllando l’attività degli osteoblasti e degli osteoclasti.

Osteoporosi: sintomi e cura con il magnesio

Gli osteoblasti effettuano la produzione dell’osso producendo proteine (fibrille di collagene). Sono giovani cellule ossee capaci di riprodursi e depositare all’esterno fibre proteiche e sali minerali. Solo gli osteoblasti esterni alla matrice restano attivi nella produzione ossea. Gli osteoclasti ricche di enzimi litici dei lisosomi, capaci di rimuovere i depositi di calcio delle ossa, esercitando un’azione demolitiva di cellule ossee, modellando la struttura ossea per adeguarla alle esigenze della crescita. L’osso si rimodella durante tutta la vita, grazie a quest’azione di costruzione e di demolizione.

Fonti dietetiche e integratori. 

Le persone affette da osteoporosi possono integrare nel loro fabbisogno primario alcuni minerali alcalini come il sodio, potassio e magnesio,ed evitare le fratture da fragilità. Tutti questi nutrienti sono necessari per garantire una densità ossea positiva a condizione che ne forniamo abbastanza da fonti dietetiche o integratori

Osteoporosi: sintomi e cura con il magnesio

Per cercare di evitare l’osteoporosi: cura l’alimentazione

  • Il Magnesio è un elemento essenziale che costituisce la struttura delle cellule ossee e mantiene la funzione delle cellule ossee. Una ricerca norvegese ha persino dimostrato che il magnesio nell’acqua potabile può ridurre il rischio di frattura dell’anca.
  • Vitamina B6, è un modo semplice per prevenire calcoli renali, salvare le ossa e abbassare la glicemia. 
  • Vitamina C stimola la formazione della matrice di collagene e permette agli osteoblasti di ricostruire l’osso con la corretta deposizione di calcio.
  • vitamina D è indispensabile per l’assorbimento intestinale e renale del calcio e il mantenimento di livelli normali di calcio e fosforo nel sangue. La vitamina D promuove la mineralizzazione delle ossa, e viene prodotta quando la pelle è esposta alla luce ultravioletta.
  • Il potassio mantiene un moderato equilibrio acido nel sangue e promuove la conduzione nervosa e la contrazione muscolare.
  • Vitamina A rafforza le ossa nel tempo, però se presa in accesso può causare danni permanenti a fegato e milza.
  • Omega 3
  • La vitamina K2 può aiutare la deposizione di calcio nelle ossa, può aumentare la densità minerale ossea nei pazienti con osteoporosi e ridurre l’incidenza di fratture, stimolando la produzione di collagene che è parte di cartilagine, tessuto e ossa.
  • Il fosforo favorisce la mineralizzazione delle ossa molli e aiuta la normale formazione ossea.
  • L’ossalato si lega al calcio e viene rimosso mentre passa attraverso il sistema digestivo, quindi dovrebbe essere mangiato solo con moderazione.
READ  10 abitudini scorrette che propagano i germi

Allego questo video di Vivere 120 Anni fatto molto bene:

Sintomi, prevenzione e densitometria MOC

Con l’invecchiamento le ossa perdono la loro elasticità divenendo più rigide e fragili (osteoporosi), specialmente se sono ossa lunghe. Si manifesta maggiormente dopo i 50 anni di età e nelle donne in post menopausa. A volte questi sintomi possono presentarsi anche in età infantile e genetica. Con l’avanzare degli anni, inevitabilmente, le ossa iniziano a diventare più spugnose (come nel video precedente) perdendo di forza. È comunque possibile effettuare dei controlli appropriati, come una densitometria ossea MOC.

Esame che controlla in particolare la testa del femore e la colonna lombare. Ottima anche per stabilire e preventivare un futuro rischio da osteoporosi, è del tutto indolore e non invasiva.

Un altro controllo molto più generico è controllare sporadicamente con le analisi del sangue, i valori di calcemia. Una buona prevenzione può essere fatta dai 20 anni in su, quando la struttura ossea matura fino alla stabilità. Curarsi in anticipo può essere la giusta strada per raggiungere il 100% della densità ossea.

Osteoporosi: sintomi e cura con il magnesio

Le abitudini alimentari disordinate comprendono il digiuno, l’eccesso di cibo, il vomito, l’assunzione di pillole dimagranti, lassativi, diuretici, clisteri ed esempi estremi come l’anoressia nervosa e la bulimia.Diete ad alto contenuto proteico perché influenzano fegato e reni, decalcificano il corpo, causano tossicità, stitichezza, calcoli renali, artrite e gotta. Quando si consuma pane integrale, crusca di frumento o altre fibre insolubili, fosfati, e molti derivati, si viene effettivamente derubati di calcio.

Estrogeni, cortisone e steroidi anabolizzanti sono particolarmente a rischio in quanto questi ormoni inibiscono il riassorbimento osseo e favoriscono la coagulazione del sangue.

Osteoporosi: sintomi e cura con il magnesio

L’eccessiva assunzione di farmaci anti-osteoporotici ed anti-riassorbitivi. I diuretici, gli antibiotici (gentamicina e tobramicina), i corticosteroidi (steroidi o deltazone), gli antiacidi e l’insulina possono influenzare l’assorbimento del magnesio da parte del corpo.

Assunzione di soda o caffeina, alcool e fumo.

Se prendi troppo calcio e il tuo magnesio non è abbastanza, causerà spasmi muscolari, palpitazioni, infarti, crampi, squilibri di zucchero nel sangue e disturbi metabolici che possono avere risultati fatali. Questa malattia sistemica è maggiormente diffusa nella civiltà occidentale, statisticamente dove il consumo di latte è molto più alto rispetto ai paesi asiatici. In questo video il dottor Mozzi spiega perché i latticini possono manifestarsi dannosi per il nostro organismo:

READ  Inci e Makeup ingredienti primi essenziali

I bambini che sono carenti di vitamina D sono inclini a rachitismo, epilessia, fratture, deformità degli arti inferiori, displasia e ritardo dello sviluppo. Allo stesso tempo, la mancanza di vitamina D rende il tratto respiratorio del bambino suscettibile alle infezioni.

Sintomi e cura con il magnesio

I benefici del magnesio sulla salute umana e le malattie sono fortemente sottostimati, infatti molte volte è possibile evitare il tutto con una giusta prevenzione ossea, una sana alimentazione che comprenda necessariamente il magnesio. I primi sintomi di carenza di magnesio includono scarso appetito, mal di testa, vomito, stanchezza e debolezza fisica. Necessario per tutti gli organi del corpo, in particolare cuore, muscoli e reni, se ti senti a disagio per stanchezza, battito cardiaco anormale o crampi muscolari, potrebbe essere causato da bassi livelli di magnesio nel tuo organismo.

Il magnesio aumenta l’assorbimento di calcio, è anche uno dei minerali che formano le ossa, ed è importante trasmettere impulsi nervosi al cuore e ad altre parti del corpo. Sono presenti diversi integratori di magnesio, molti dei quali incorporano altri elementi perché non esiste un integratore al 100% di magnesio puro, ve ne elenco giusto qualcuno. Il treonato di magnesio e il citrato sono alcune delle migliori fonti in grado di penetrare le membrane cellulari come i mitocondri e contribuire ad aumentare l’energia. L’olio di magnesio può anche essere usato per terapia topica e assorbimento, assicurarsi di evitare prodotti contenenti stearato di magnesio, un comune additivo dannoso.

  • Il lattato di magnesio contiene solo il 12% di magnesio, ma l’assorbimento è migliore di quello dell’ossido di magnesio e il contenuto di magnesio dell’ossido di magnesio è più di cinque volte.
  • Il carbonato di magnesio ha proprietà antiacido e contiene il 45% di magnesio.
  • Il magnesio treonato è un nuovo integratore di magnesio emergente con buone prospettive di mercato.

Potrebbe essere l’integratore di magnesio più venduto sul mercato grazie alla sua eccellente penetrazione delle membrane mitocondriali.

Chiunque prenda in considerazione l’assunzione di integratori dovrebbe consultare un medico.

Leave a Review

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *