Come si chiama il paesaggio del fiume

Date:

In molti casi i fiumi hanno formato pianure alluvionali depositando a valle i detriti strappati dalle montagne. Da ciò appare chiaro che essi fanno da anello di congiunzione fra montagna e pianura.

Come si chiama il paesaggio del fiume. Un fiume è un flusso d’acqua che scorre verso un oceano, un lago o un altro fiume. Ma il fatto è che il significato del fiume non si limita a questa definizione. Ad esempio, i fiumi sono fonti di vita per una varietà di flora e fauna sul pianeta Terra.Con le altre acque presenti sulla superficie terrestre, i fiumi svolgono una funzione fondamentale per la vita di tutti gli esseri viventi, per i quali l’acqua è un elemento indispensabile: le loro acque, evaporando, si condensano sotto forma di nubi nell’atmosfera da dove ricadono sulla terra sotto forma di precipitazioni.

La parola fiume è il nome generico dato a grandi corsi d’acqua che generalmente sfociano in mari, laghi o in un altro grande corso d’acqua, soprattutto in termini di larghezza e quantità di acqua che trasportano. In alcuni casi, si è visto che scompare sotto terra o si asciuga completamente senza raggiungere altre acque.

Come si chiama il paesaggio del fiume
Fiume: Importante via di comunicazione e sport

I fiumi sono stati essenziali non solo per gli esseri umani, ma per tutta la vita sulla terra dall’inizio della vita. Crescono e si riuniscono intorno ai fiumi poiché l’acqua è essenziale per tutta la vita di piante e animali. I fiumi sembrano attraversare molte città in tutto il mondo, ma non è che i fiumi passino attraverso la città, ma sembra che la città sia stata costruita e cresciuta intorno al fiume. Per l’uomo, i fiumi sono importanti per l’irrigazione, la produzione di energia, lo smaltimento dei rifiuti.

Il viaggio di un fiume

COME SI CHIAMA IL PAESAGGIO DEL FIUME
COME SI CHIAMA IL PAESAGGIO DEL FIUME

Tutti i fiumi nascono da una sorgente; essa può essere alimentata dalle acque derivanti dallo scioglimento di nevi e ghiacciai o da quelle piovane che, raccogliendosi in mille rivoli, formano un ruscello, oppure ancora da acque sotterranee che escono in superficie. L’acqua del fiume scende verso il basso seguendo l’inclinazione dei pendii e, scorrendo sempre sullo stesso percorso, scava il proprio letto, delimitato dalle sponde o rive. Lungo il proprio corso il fiume incontra a volte altri corsi d’acqua, gli affluenti, e deposita i materiali più pesanti che ha trascinato giù dalla montagna (questo fenomeno si chiama erosione).

Come si chiama il paesaggio del fiume

Come si chiama il paesaggio del fiume: A volte un fiume può finire in un altro fiume più grande o in un lago: in questo caso si chiama immissario, quando ne esce è detto emissario. Arrivato in pianura, il fiume scorre molto più lentamente e deposita i detriti più leggeri. Alla fine del suo viaggio giunge al mare, ossia alla foce.

Come si chiama il paesaggio del fiume
Come si chiama il paesaggio del fiume
  • Se nel mare le correnti sono intense, e quindi hanno la forza di spazzare via i detriti trasportati dal fiume, la foce assume la forma di un imbuto: si dice foce a estuario.
  • Se invece le onde sono più deboli, i detriti si accumulano allo sbocco creando isolotti sparsi e l’acqua del fiume si ramifica in un ventaglio di corsi d’acqua: si forma cosi la foce a delta.

I fiumi in Italia

In Italia i fiumi nascono dalle Alpi e dagli Appennini e vi è una notevole differenza fra gli uni e gli altri.

Come si chiama il paesaggio del fiume
Fiume Tevere a Roma
  • I fiumi delle Alpi, il maggiore dei quali è il Po, hanno un corso piuttosto lungo, consentito dagli ampi spazi della pianura padana, e sono alimentati dallo scioglimento dei ghiacciai alpini. Essi vengono utilizzati per l’irrigazione dei campi e per la produzione di energia elettrica.
  • I fiumi degli Appennini, che scorrono su spazi più ristretti e accidentati, hanno un corso più breve e meno regolare. Sono alimentati soltanto dalle piogge e quindi alternano periodi di piena ad altri in cui sono assai meno ricchi d’acqua. I principali sono l’Arno e il Tevere che scorrono a Firenze e a Roma.

Fiumi e canali costituiscono, dove sono navigabili, un’importantevia di comunicazione, soprattutto per il trasporto delle merci pesanti. Nei tratti in cui la natura del terreno lo consente, dal letto dei fiumi viene estratta la sabbia, che viene impiegata nel campo dell’edilizia.

-Pubblicità-

I fiumi nel mondo

Come si chiama il paesaggio del fiume. Sappiamo tutti che ci sono fiumi in ogni continente, ma ci sono un totale di 17 paesi che non hanno fiumi. Di questi paesi, l’Arabia Saudita è il più grande. I fiumi aiutano a creare il paesaggio di ogni paese. Fiumi come il Tevere e il Tamigi scorrono sin dai tempi in cui le storie venivano raccontate e talvolta provocano inondazioni.

  • Il fiume più lungo del mondo, il Nilo, attraversa 6695 km dell’Africa centrale dalla montagna all’AkDenizK e copre un totale di 11 paesi.
  • Il rio delle Amazzoni è chiamato il secondo fiume più lungo del mondo dopo il Nilo, la sua lunghezza è di oltre 6400 chilometri.
  • Il fiume più corto è il fiume D, in Oregon di soli 37 metri che scorre da Devils Uke all’Oceano Pacifico. 

Il ciclo di vita di tutti i fiumi è lo stesso indipendentemente dalla loro lunghezza.

9 Fatti interessanti sui fiumi

  1. Londra ha una ventina di fiumi nascosti che scorrono sotto le sue strade.
  2. La Germania ha costruito ponti d’acqua sul fiume Elba, consentendo alle navi di attraversare il fiume.
  3. Il Rio delle Amazzoni ha il volume d’acqua più grande rispetto agli altri sette fiumi principali, anche se sono combinati in uno solo.
  4. Il terremoto di New Madrid è considerato il terremoto più potente nella storia degli Stati Uniti. Era così potente che cambiò il corso del fiume Mississippi.
  5. L’Hudson è considerato il fiume più inquinato del pianeta.
  6. Il fiume Cuyahoga in Ohio è così inquinato che si è incendiato ben 13 volte di seguito! La gente ha girato la direzione del fiume Chicago nel 20° secolo. Ora scorre nella direzione opposta.
  7. Una delle città più sicure del Nord America (El Paso, Texas) è separata da un fiume dalla città più pericolosa di Ciudad Juarez, situata in Messico.
  8. Il fiume Imjin in Corea del Sud è chiamato il “fiume dei morti” perché ha portato migliaia di cadaveri nordcoreani dalla Corea del Nord alla Corea del Sud.
  9. Nel fiume Catatumbo, in Venezuela, si possono osservare centinaia di fulmini ogni ora. Questo accade per quasi sei mesi e dieci ore al giorno. I fenomeni si verificano continuamente da centinaia di anni.
Cristina Giordano
Cristina Giordanohttps://appuntisulblog.it/
Ciao a tutti, sono Cristina Giordano, una blogger che si occupa di moda, viaggi, tecnologia, alimentazione e benessere.

7 Commenti

Sottoscrivi
Notificami
7 Commenti
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti
Giusy Loporcaro

Un bell\’articolo completo e perfetto anche per gli studenti. Lo giro subito a mia figlia che sta studiando questi argomenti.

daniela64

Sono nata e vivo in pianura , fiume e laghi mi hanno sempre affascinato . Adoro sia in quelli in pianura che quelli in montagna , due anni fa ho visitato un lago nella montagna austriaca era davvero stupendo . Grazie per questo interessante articolo . un saluto, Daniela.

Rosa

io ami i fiumi peccato che dalle mie parti non ci sono fiumi ma mi devo spostare molti chilometri

Nunzia82

Grazie per le interessanti informazioni. Vicino a casa mia non abbiamo nessun bel fiume ma per fortuna a un\’oretta di auto possiamo goderci le bellezze del Po e del Ticino!

sabina

i fiumi ed il paesaggio di montagna o pianura con fiumi mi piace tantissimo

Rosaria Reccia

bellissimi i tanti fiumi che ci sono nella nostra amata italia mi dnno una sensazione di relax come il mare

Mara

amo tutto ciò che è acqua: mare lago o fiume…sotto la casetta di montagna che ho in Abruzzo vi scorre il letto di vari fiumi, ed il paesaggio è fantastico e molto verde

Articoli Correlati

My Agile Privacy
Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione. Cliccando su accetta si autorizzano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su rifiuta si rifiutano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su personalizza è possibile selezionare quali cookie di profilazione attivare.

Non puoi copiare il contenuto di questa pagina