Grado città cosa vedere, storia attrazioni e spiagge

Date:

Grado città cosa vedere nel borgo adagiato lungo la splendida costa adriatica, un centro di pescatori situato su un’isola lagunare tra Trieste e Venezia. Custode di una miriade di tesori nascosti che aspettano solo di essere esplorati: dai canali pittoreschi, antiche rovine romane, alle spiagge sabbiose e alla deliziosa cucina, Grado offre un delizioso mix di storia, cultura e bellezza naturale.

Grado città cosa vedere, storia attrazioni e spiagge

Grado città cosa vedere, storia attrazioni e spiagge
Grado città cosa vedere, attrazioni e spiagge

In questa guida completa, ti accompagneremo in un tour virtuale di Grado isola del sole, una incantevole destinazione nella regione italiana del Friuli Venezia Giulia, alla scoperta delle gemme meno conosciute che rendono Grado un vero tesoro nascosto che la rende una destinazione imperdibile per ogni viaggiatore.

1. Alla scoperta della storia di Grado

Grado città cosa vedere, storia attrazioni e spiagge
Centro_storico_Grado

Grado, un’incantevole cittadina immersa nella regione italiana del Friuli Venezia Giulia, vanta una ricca storia che risale a secoli fa. Entrare nella cittadina è come tornare indietro nel tempo, poiché le radici storiche della città sono profonde. Conosciuta come “l’Isola del Sole”, Grado è stata una destinazione popolare fin dall’epoca romana, quando fungeva da importante città portuale. Mentre vaghi per le strette strade acciottolate e gli antichi vicoli, non puoi fare a meno di rimanere incantato dai resti ben conservati del suo passato.

Nel 580-560 a.C. Grado nasce come insediamento insulare da profughi provenienti da Aquileia, città distrutta dai Longobardi, ben presto divenne un avamposto strategico dell’Impero Bizantino nella lotta contro i Longobardi. Nel 603: Grado diventa sede del Patriarcato di Aquileia, facendone un importante centro ecclesiastico.

Durante il Medioevo (VIII-IX secolo) Grado subisce gli attacchi degli slavi e dei pirati. Nel 1028 La città viene saccheggiata dalle forze veneziane. Nel XI-XII secolo Grado visse un periodo di prosperità e divenne un importante centro commerciale ma nel 1177 perde la sua indipendenza e passa sotto il dominio veneziano.

Durante il Periodo veneziano (XIV-XV secolo) Grado venne fortificata e ampliata dai Veneziani, divenne un centro per la produzione del sale e la pesca. Nel 1509 Grado viene presa dall’Impero Asburgico durante la Guerra della Lega di Cambrai e iniziò il periodo austriaco. Nel 1515 Grado ritorna al dominio veneziano e nel 1797 fu brevemente occupata dalle truppe francesi. Nel 1815 Grado entra a far parte dell’Impero austriaco dopo il Congresso di Vienna.

Tra Fine XIX e inizio XX secolo (1866) Grado entra a far parte del Regno d’Italia dopo la Terza Guerra d’Indipendenza Italiana. La città divenne una popolare località balneare e destinazione turistica ma nel 1915 venne brevemente occupata dalle truppe austriache durante la Prima Guerra Mondiale.

Nel 1943 Grado viene occupata dalle truppe tedesche durante la Seconda Guerra Mondiale e solo nel 1945 viene liberata dalle forze alleate. Durante il 21° secolo Grado continua ad essere una popolare destinazione turistica ed è conosciuta per le sue bellissime spiagge, la cucina di mare e i monumenti storici.

-Pubblicità-

La storia di Grado non si limita solo ai siti antichi; si riflette anche nella sua vivace cultura e tradizioni. La miscela unica di influenze italiane e slovene della città è evidente nella sua cucina, nei festival e nelle usanze locali.

2. Grado città cosa vedere: Esplora le attrazioni culturali

Grado è una destinazione ricca di patrimonio culturale e significato storico. Dalle antiche rovine romane alle chiese medievali, Grado vanta una vasta gamma di monumenti che mettono in mostra la sua vibrante storia.

Grado città cosa vedere, storia attrazioni e spiagge
Basilica di Sant’Eufemia

Un’attrazione culturale da non perdere a Grado è la Basilica di Sant’Eufemia, uno straordinario esempio di architettura medievale paleocristiana risalente al VI secolo fondata nel VI secolo dal Patriarca Elia di Aquileia. Inizialmente dedicata alla Vergine Maria e conosciuta come Santa Maria delle Grazie, venne ricostruita nel XIX secolo e ampliata fino alle dimensioni attuali.

Venne consacrata Basilica di Sant’Eufemia nel 1904, martire di Calcedonia, e designata Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO nell’ambito dell’Area Archeologica e della Basilica Patriarcale di Aquileia. La basilica ha subito diversi restauri nel corso dei secoli, tra cui un importante rinnovamento nel XIX secolo.

Grado città cosa vedere, storia attrazioni e spiagge

La Basilica rettangolare ha una facciata in mattoni semplici con un grande portale centrale e un campanile a quattro livelli con sommità poligonale. L’interno ha due navate separate da portici, transetto con abside decorata con mosaici del XIII secolo raffiguranti scene della vita di Sant’Eufemia e pavimento a mosaico originale del VI secolo nella navata. Gli intricati mosaici e gli affreschi decorati della basilica testimoniano la ricca tradizione artistica della città.

Un altro punto forte è l’Area Archeologica della Basilica di Santa Maria delle Grazie, dove i visitatori possono esplorare le rovine di una chiesa di epoca bizantina e scoprire reperti dei secoli passati.

Grado città cosa vedere, storia attrazioni e spiagge
Giardini Marchesan Grado

Per un tuffo più profondo nella storia di Grado, assicuratevi di visitare il Museo Archeologico di Grado dedicato alla conservazione dei tesori archeologici della città. Qui puoi ammirare antichi manufatti, ceramiche e sculture che offrono uno sguardo sul passato di Grado come fiorente città portuale romana.

-Pubblicità-

3. Delizie culinarie di Grado

Nell’affascinante cittadina di Grado, situata nella pittoresca regione del Friuli Venezia Giulia, gli appassionati di cucina avranno una sorpresa. Deliziati con la cucina tipica che Grado ha da offrire, mostrando una perfetta fusione di sapori italiani e friulani. Dal pesce fresco direttamente dal Mar Adriatico ai piatti tradizionali ricchi di ingredienti locali, la scena gastronomica di Grado è una vera delizia per i sensi.

Concedetevi una deliziosa gamma di piatti a base di pesce, come il risotto ai frutti di mare o pesce al forno, preparato con il pescato più fresco del giorno. Assaggia le specialità locali come il Boreto alla gradese, un tradizionale stufato di pesce, o le sarde in saor, un piatto saporito di sarde marinate con cipolle e uvetta.

Per i più golosi, da non perdere i deliziosi dolci di Grado. Concedetevi le fave dei morti, biscotti alle mandorle tradizionalmente gustati durante il giorno di Ognissanti, o concedetevi il preferito locale, lo strucolo de pomi, un appetitoso strudel di mele.

4. Rilassarsi alle Terme e godersi la bellezza naturale

Grado città cosa vedere, storia attrazioni e spiagge
Spiaggia-Grado-Pineta

Immersa nell’incantevole regione del Friuli Venezia Giulia, Grado offre un rifugio sereno per coloro che cercano di rilassarsi in mezzo a una bellezza naturale mozzafiato. Dalle sue spiagge incontaminate alla vegetazione lussureggiante, Grado è un paradiso per gli amanti della natura. Esplora le affascinanti pinete che punteggiano il paesaggio, perfette per una tranquilla escursione o un picnic circondato dalla tranquillità della natura.

Scopri calette nascoste e luoghi appartati dove potrai crogiolarti al sole e goderti la vista mozzafiato sul Mar Adriatico. Sia che preferiate rilassarvi sulle rive sabbiose o immergervi nei dintorni verdeggianti, Grado vi invita ad assaporare i piaceri semplici della natura e creare momenti indimenticabili di relax e ringiovanimento.

Il luogo è anche famoso in tutto il mondo come città di sorgenti minerali, e la città è al centro del Lago di Marano-Grado, che rappresenta Madre Natura nella sua forma pura e incontaminata. 

-Pubblicità-

5. Come arrivare a Grado

Questo luogo, ricco di testimonianze storiche, attira molti visitatori austriaci oltre che italiani, è ben collegato al resto d’Italia tramite ottimi mezzi di trasporto, in quanto l’aeroporto di Trieste si trova vicino a Grado, ed esiste una rete di autostrade che lo collega al resto del paese

In aereo: Aeroporto di Trieste (TRS): Situato a circa 14 km (8,7 miglia) da Grado. Prendi un autobus o un taxi per raggiungere il centro città.

In treno: Stazione ferroviaria Grado-Monfalcone:** I treni collegano Grado con le altre principali città italiane, come Venezia e Trieste. Dalla stazione prendi un autobus o un taxi fino alla tua destinazione.

In autobus: APT Gorizia: Effettua servizi autobus da Trieste a Grado e viceversa. FVG Bus: Fornisce collegamenti in autobus tra Grado e altre destinazioni della regione, tra cui Udine e Pordenone.

In macchina: Da Venezia: Prendere la strada statale SS14 e poi la strada provinciale SP194. Da Trieste: Prendere la strada statale SS14 e poi la strada provinciale SP194. Da Udine: Prendere l’autostrada A23 e poi la strada statale SR356.

In barca privata:

Grado dispone di un porto turistico dove potrete attraccare la vostra imbarcazione privata.

Tempi di viaggio stimati:

* Dall’aeroporto di Trieste: 30-45 minuti

* Dalla Stazione Ferroviaria di Grado-Monfalcone: 10-20 minuti

* Da Venezia: 1 ora e 30 minuti – 2 ore

* Da Trieste: 45 minuti – 1 ora

* Da Udine: 1 ora e 30 minuti – 2 ore

Cristina Giordano
Cristina Giordanohttps://appuntisulblog.it/
Ciao a tutti, sono Cristina Giordano, una blogger che si occupa di moda, viaggi, tecnologia, alimentazione e benessere.
Sottoscrivi
Notificami
0 Commenti
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti

Articoli Correlati

My Agile Privacy
Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione. Cliccando su accetta si autorizzano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su rifiuta si rifiutano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su personalizza è possibile selezionare quali cookie di profilazione attivare.

Non puoi copiare il contenuto di questa pagina