Misteriose origini della stretta di mano e stili

Date:

Le misteriose origini della stretta di mano e stili di stretta di mano, un gesto della mano semplice ma potente che fa parte dell’interazione umana da secoli. Dagli incontri di lavoro ufficiali ai saluti informali tra amici, la stretta di mano simboleggia fiducia, rispetto e connessione. Ma vi siete mai chiesti come sia nato questo gesto universale?

In questo articolo esploreremo l’affascinante evoluzione della stretta di mano, facendo risalire le sue misteriose origini alle antiche civiltà e scoprendo il significato culturale, sociale e persino fisiologico dietro questo atto di saluto senza tempo.

Unisciti a noi in questo viaggio mentre sveliamo la storia dietro la stretta di mano e acquisiamo una comprensione più profonda della sua importanza nel nostro mondo moderno.

Misteriose origini della stretta di mano e stili

È difficile immaginare il mondo moderno senza strette di mano: vengono utilizzate sia per i saluti e gli addii, sia per le congratulazioni; stringere la mano quando si concludono contratti; durante la riconciliazione e come incoraggiamento. 

Nei paesi dell’Europa orientale, le strette di mano sono più comuni tra gli uomini, mentre in Occidente sono appropriate anche tra un uomo e una donna (ma più spesso in ambiente lavorativo). Le uniche eccezioni sono i paesi musulmani, dove la stretta di mano tra un uomo e una donna è severamente vietata.

1. Le origini della stretta di mano dall’antica Grecia in poi

La storia della stretta di mano risale a migliaia di anni fa, le cui radici si perdono nelle sabbie del tempo, e si è evoluta nel tempo. Nelle fonti letterarie la stretta di mano è menzionata nel I secolo d.C. nel poema Metamorfosi di Ovidio.

In Occidente, di poco successivo, la prima stretta di mano tra le due Dee, che si stringono la mano come simbolo di un rinnovato accordo, è ricordata in un rilievo del V secolo a.C., attualmente conservato al Museo dell’Acropoli di Atene.

-Pubblicità-

Greci e Romani: Anche gli antichi Greci e Romani praticavano la stretta di mano, come evidenziato da opere d’arte e letteratura. Il filosofo greco Senofonte scrisse della stretta di mano come segno di rispetto e amicizia. Nell’antica Roma la stretta di mano era un gesto formale utilizzato per suggellare accordi e contratti.

Il bassorilievo raffigura le dee protettrici Era e Atena con il popolo ateniese che onora quello di Samo per essere rimasto fedele alleato nonostante la sconfitta della flotta ateniese ad Agios Potamoi contro gli Spartani.

Ai tempi dell’antica Grecia la stretta di mano era definita “dexiosis” che significa “dare la mano destra”, che in latino veniva tradotto con “dextrarum iunctio”, che però si riferiva alla stretta di mano tra i coniugi durante il matrimonio, e quindi è stato definito “inter coniuges”.

Misteriose origini della stretta di mano e stili
rilievo del re Antioco I

La stretta di mano varca i confini della Grecia e raggiunse le zone circostanti. Un esempio è il rilievo del re Antioco I (69-36 a.C.), sovrano del piccolo stato ellenistico di Commageni, raffigurato mentre stringe la mano al dio Ercole.

La stretta di mano potrebbe aver avuto origine nell’antica Babilonia (l’attuale Iraq) intorno al 3000 a.C. I rilievi babilonesi raffigurano uomini in piedi uno di fronte all’altro, che allungano la mano destra in avanti in un gesto che ricorda una stretta di mano.

Questo gesto potrebbe essere stato un simbolo di pace e fiducia.Mostra il re assiro Salmaneser III che stringe la mano con un sovrano babilonese per firmare un’alleanza.

Il poeta epico Omero descrisse più volte le strette di mano nell’Iliade e nell’Odissea, il più delle volte in relazione a promesse e manifestazioni di fede. Mentre scene di cerimonie funebri sono comuni, anche in epoca etrusca, e vengono spesso rappresentate raffiguranti due coniugi che si stringono la mano, oppure il defunto che alla fine si allontana dalla vita terrena, salutando i parenti con una stretta di mano.

-Pubblicità-

Il gesto era un motivo ricorrente anche nell’arte funeraria greca del IV e V secolo a.C. Le lapidi spesso raffiguravano la persona defunta che stringeva la mano a un membro della sua famiglia, a significare un addio finale o il legame eterno tra i vivi e i morti.

Tra i primi cristiani, la stretta di mano potrebbe essersi sviluppata come un modo per esprimere comunione e uguaglianza. I cristiani erano incoraggiati a salutarsi con un bacio sulla guancia, ma per ragioni igieniche questa pratica si è poi trasformata in una stretta di mano.

Nel Medioevo e nel Rinascimento, la stretta di mano divenne più diffusa in Europa come segno di fiducia, lealtà e sottomissione. Era spesso usato nelle cerimonie feudali, dove i vassalli stringevano la mano al loro signore in segno di fedeltà. La stretta di mano veniva utilizzata anche in procedimenti legali e transazioni commerciali per simboleggiare un accordo.

I coloni portarono la stretta di mano dall’Europa alle Americhe, dove divenne una pratica comune tra coloni, commercianti e diplomatici per suggellare accordi, stringere alleanze ed esprimere amicizia o rispetto. Con l’espansione dell’America verso ovest, la stretta di mano si è radicata nella cultura ed è stata adottata dalle tribù dei nativi americani come un modo per stabilire relazioni pacifiche.

-Pubblicità-

Il saluto divenne in seguito un simbolo comune e, nel 1800, i manuali di etichetta spesso includevano istruzioni sulla corretta tecnica della stretta di mano. Una guida del 1877 avvisava i lettori che

“Un gentiluomo che stringe brutalmente la mano che incontra, o la stringe con forza, non dovrebbe mai avere l’opportunità di ripetere questo gesto”. Manuali di etichetta 1877

2. La stretta di mano significato

Misteriose origini della stretta di mano e stili
Stili di stretta di mano

L’etimologia dell’origine del gesto non causa praticamente alcun disaccordo tra gli storici. Una stretta di mano è un’esibizione di “mani vuote”, mani senza armi, che simboleggiano intenzioni pacifiche. Questo è il motivo per cui viene eseguito con le mani giuste, quelle in cui la maggior parte delle persone impugna un’arma. A volte a causa di ciò nascono tipi specifici di strette di mano.

Una teoria suggerisce che la stretta di mano sia nata come gesto di pace e fiducia. Nei tempi antichi, quando due individui si avvicinavano l’uno all’altro, tendevano la mano destra vuota per mostrare che non impugnavano armi e stavano arrivando in pace. Questo semplice atto dimostrava la volontà di impegnarsi in un’interazione pacifica.

Con l’ascesa del commercio e dell’industria nel 19° secolo, la stretta di mano ha acquisito importanza nel mondo degli affari. È diventato un simbolo di cooperazione, fiducia e suggellamento di accordi commerciali. L’uso diffuso della stretta di mano ha facilitato le negoziazioni, i partenariati e le relazioni interpersonali all’interno degli ambienti economici.

Nel 20° secolo, la stretta di mano ha continuato a essere un punto fermo della diplomazia globale e delle relazioni internazionali. Leader, diplomatici e politici si sono stretti la mano in segno di pace, amicizia e comprensione. La stretta di mano divenne una parte essenziale dei rituali pubblici, delle cerimonie e della firma dei trattati.

Nel 21° secolo, la stretta di mano rimane un gesto fondamentale di saluto, riconoscimento e connessione tra le culture. È ampiamente riconosciuto come simbolo di rispetto, fiducia e buona volontà, sia negli affari, nella diplomazia o nelle interazioni personali.

In alcune culture, la stretta di mano è stata persino associata a un significato religioso o spirituale. Nell’antica Grecia, ad esempio, la stretta di mano era considerata un modo per invocare gli dei e chiedere la loro benedizione. Invece in molte culture africane, le strette di mano sono viste come un modo per connettersi con gli spiriti degli antenati.

Mentre la società continua ad evolversi, altrettanto fa la stretta di mano. Con la pandemia globale e l’enfasi sull’igiene, abbiamo visto emergere saluti alternativi come i colpi di gomito e le strette di mano virtuali.

3. Variazioni culturali della stretta di mano

La stretta di mano è un gesto universale che da secoli si è evoluta in modo diverso nelle varie culture del mondo. Sebbene il concetto di base della stretta di mano rimanga lo stesso, il modo in cui viene eseguita e il significato dietro di essa possono variare in modo significativo.

Nelle culture occidentali, una stretta di mano decisa con contatto visivo diretto è spesso vista come un segno di fiducia, fiducia e rispetto. È considerato un modo formale per salutare qualcuno o concludere un accordo. Tuttavia, la forza della presa può variare a seconda del contesto e degli individui coinvolti.

Il gesto è comune anche nello sport. Viene utilizzato non solo come saluto, ma anche come ringraziamento all’avversario alla fine della partita.

Misteriose origini della stretta di mano e tipi
Ringraziamento all’avversario alla fine della partita.

In alcune tradizioni quando si rescinde un contratto, una stretta di mano può essere usata non con la mano destra, ma con la mano sinistra, un segno che “l’arma è tornata nella mano destra”.

Al contrario, in alcune culture asiatiche come il Giappone, una stretta di mano gentile e leggera è più comune. Una fermezza eccessiva può essere vista come aggressiva o scortese. Inoltre, l’inchino è spesso combinato con una stretta di mano in segno di rispetto e umiltà.

In Medio Oriente, le strette di mano possono essere prolungate e una stretta vicinanza all’altra persona. Questo gesto è considerato un saluto caloroso e amichevole, che riflette l’importanza dei legami personali nella loro cultura.

In alcune culture africane, le strette di mano possono essere accompagnate da una presa dell’avambraccio o da una stretta a due mani. Queste variazioni aggiungono un ulteriore livello di calore e sincerità al saluto.

4. I diversi stili di stretta di mano

Misteriose origini della stretta di mano e stili
I diversi stili di stretta di mano

La stretta di mano è un gesto universale utilizzato da secoli ma, anche se può sembrare un’azione semplice, il modo in cui stringiamo la mano può in realtà rivelare molto su noi stessi e sulla nostra cultura.

Uno degli stili di stretta più comuni è la stretta decisa. Questo è spesso visto come un segno di fiducia e assertività. Quando qualcuno ti offre una stretta di mano decisa, in genere indica che è sicuro di sé e affidabile. È importante abbinare la forza della presa dell’altra persona per creare un’interazione equilibrata e rispettosa.

D’altra parte, una stretta di mano debole può spesso essere vista come un segno di debolezza o mancanza di fiducia. Potrebbe dare l’impressione che la persona non sia pienamente coinvolta o interessata all’interazione. Una stretta di mano debole a volte può lasciare una prima impressione negativa, quindi è importante essere consapevoli del livello di fermezza quando si stringono la mano.

4. Il futuro della stretta di mano.

Con l’avvento della tecnologia e la crescente importanza attribuita allo spazio personale e all’igiene, la tradizionale della stretta di mano ha subito alcuni cambiamenti.

Saluti alternativi come pugno, gomito i colpi e persino il semplice cenno di riconoscimento hanno guadagnato popolarità, in particolare nelle situazioni in cui il contatto fisico è scoraggiato o ritenuto inappropriato. Queste alternative offrono un modo per mantenere la connessione sociale e il rispetto senza compromettere i confini personali.

Inoltre, la pandemia di COVID-19 ha portato in primo piano le preoccupazioni in materia di igiene e salute, portando a un’adozione diffusa di pratiche come il lavaggio frequente delle mani ed evitare il contatto fisico. Di conseguenza, la stretta di mano è stata temporaneamente abbandonata in molti contesti, sostituita da saluti o gesti senza contatto.

In futuro, potremmo vedere uno spostamento verso saluti o gesti senza contatto come ad es il linguaggio dei segni, che diventano la norma, guidato dai progressi nella tecnologia. Le riunioni virtuali e il lavoro a distanza sono diventati sempre più diffusi ed è possibile che anche i saluti o i gesti virtuali diventino comuni.

Il futuro della stretta di mano sarà probabilmente influenzato da fattori culturali, sociali e tecnologici. Potrebbe evolversi per adattarsi ai mutevoli bisogni e preferenze di un mondo globalizzato, ma la sua essenza fondamentale come gesto di connessione umana probabilmente persisterà in una forma o nell’altra.

Oggi la stretta di mano è un gesto universale che trascende confini, lingue e provenienze, fungendo da mezzo di comunicazione e connessione umana. Solo il tempo rivelerà il destino di questo gesto universale mentre continuiamo ad affrontare i cambiamenti sociali e il cambiamento delle norme.

Cristina Giordano
Cristina Giordanohttps://appuntisulblog.it/
Ciao a tutti, sono Cristina Giordano, una blogger che si occupa di moda, viaggi, tecnologia, alimentazione e benessere.
Sottoscrivi
Notificami
0 Commenti
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti

Articoli Correlati

My Agile Privacy
Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione. Cliccando su accetta si autorizzano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su rifiuta si rifiutano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su personalizza è possibile selezionare quali cookie di profilazione attivare.

Non puoi copiare il contenuto di questa pagina