Abbazia benedettina e Santuario

Abbazia benedettina della Santissima Trinità a Cava dei Tirreni

Santuario e Abbazia a Cava dei Tirreni

Oltre a passeggiare sotto i portici del centro medievale, si possono visitare numerosi edifici storici e religiosi. Cosa visitare e vedere in un fine settimana in questo suggestivo borgo, di seguito troverete dei suggerimenti.

Cava dei Tirreni, in Campania (provincia di Salerno), è distante 5 km dalla Costiera Amalfitana. Città medievale con un ricco patrimonio artistico culturale e fu meta di visitatori illustri come Goethe e John Ruskin.

Santuario di San Francesco e Sant’Antonio

Santuario e Abbazia a Cava dei Tirreni
Santuario di San Francesco e Sant’Antonio
Santuario e Abbazia a Cava dei Tirreni
Cripta

La passeggiata del corso Umberto I termina con l’arrivo nella splendida e sontuosa piazza S.Francesco con il Santuario Francescano, dedicato ai santi S.Francesco e Sant’Antonio di Padova. Posta su una posizione cdominante tale da abbracciare una buona parte dell’entrata del Borgo Scacciaventi, la Basilica Pontificia S.Maria Dell’Olmo e l’Ospedale Civile “Santa Maria Incoronata”. Il Santuario francescano si sviluppa oggi su tre livelli: Chiesa superiore, cripta e chiesa inferiore. Sulla destra si staglia il campanile che misura attualmente 35,80 metri. L’accesso alla Cripta inferiore dell’Immacolata Concezione si trova sulla destra della struttura. Al centro della navata è situato un pozzo dove fu rinvenuta una sorgente d’acqua.

Cenni storici sul Santuario Francescano

Il Santuario venne costruito con due tipi di pietre: travertino e tufo. L’interno è a croce latina, a tre navate, lunghe dalle 35 alle 37 metri. Le prime pietre per la costruzione della Cattedrale di San Francesco e Sant’Antonio furono poste nel 1492. La chiesa e il convento annesso, affidati a frati francescani, subirono trasformazioni nel corso dei secoli, arrivando al loro massimo splendore nel XVII secolo. Periodicamente il monumento subì danni per diversi sismi che rovinarono parti della chiesa e del campanile. A oggi il Santuario e la Cripta annessa sono tornati al massimo splendore.

READ  Vacanze 2019: 10 motivi per evitare l'albergo

Eventi religiosi del Santuario

  • Sant’Antonio, il 13 giugno e il 17 e 18 febbraio
  • Il 4 ottobre si festeggia san Francesco
  • l’8 dicembre l’Immacolata Concezione;
  • il 30 aprile e 1º maggio si ricorda l’Incoronazione del quadro della Vergine.

Convento e Presepe monumentale

Santuario e Abbazia a Cava dei Tirreni
interno chiostro
Santuario e Abbazia a Cava dei Tirreni
entrata

Il convento, situato sul retro del santuario, è di recente costruzione. L’edificio, di forma quadrangolare, ha un ampio chiostro circondato su tre lati da un porticato, sede di eventi gastronomici e mostre. Dal chiostro si accede alle sale che ospitano il presepe monumentale, poste al piano superiore del convento.

Presepe monumentale

Santuario e Abbazia a Cava dei Tirreni
vita quotidiana
Santuario e Abbazia a Cava dei Tirreni
Santuario e Abbazia a Cava dei Tirreni
Santuario e Abbazia a Cava dei Tirreni- presepe di cava
presepe di cava

Lungo il percorso presepiale permanente, esteso oggi per circa 1000 m2, si susseguono varie scenografie, dal presepe settecentesco napoletano, al presepe orientale. Un incanto ammirare le varie collezioni di pastori, animali e le antiche statue dei Re Magi, con i loro cavalli e i musici, opera del Balzico, recuperati fortunosamente tra le macerie del terremoto dell’80.

Abbazia della Santissima Trinità

Spostandosi in collina, nell’amena valle del ruscello Selano, a poco più di tre chilometri dalla città di Cava, non può mancare la visita all’Abbazia della Santissima Trinità. A prima vista l’Abbazia sembra essere di dimensioni ridotte ma l’interno è molto vasto e ramificato, si estende per 7 livelli. Nel corso dei secoli anche questa Abbazia è stata modificata e ampliata ma rimangono comunque diversi elementi medievali.

Cattedrale Abbazia Badia di Cava

Si entra nella basilica da un monumentale portone, l’interno è luminoso e armonico, grazie al rivestimento chiaro delle pareti e la pavimentazione con marmi policromi. 

Le Cappelle dell’Antica Basilica dei SS.Padri Cavensi

Entrando dalla sagrestia ci sono due cappelle con sculture pregevoli di Camaino. A sinistra di un altare un portale marmoreo del sec XV con porta intarsiata del sec. XVI. A destra invece due gruppi di donne e soldati romani ai piedi della croce.

Il Chiostro e il Capitolo Vecchio

Abbazia di Cava dei Tirreni: Capitolo Vecchio

Capitolo Vecchio

Sul retro della Chiesa, nonostante lo spazio fra la grotta Arsicia e il ruscello Selano era ridotto, c’è un piccolo chiostro dei sec XI-XIII. Adiacente al chiostro è la grande sala del Capitolo vecchio del sec. XIII dove si trovano sarcofagi inviati da illustri personaggi per riposare tra quelle mura.

La Biblioteca e l’Archivio

La biblioteca della Badia possiede oltre 80.000 volumi catalogati e sistemati in tre sale. Le scienze più rappresentate sono la Patristica, la Teologia, il Diritto e soprattutto la Storia. Di grande pregio è l’Archivio, risalente al 1025 e successivamente rinnovato nel 1779. Contiene preziosi manoscritti pergamenacei e cartacei, più di 15.000 pergamene, di cui la più antica è del 792, e un considerevole numero di documenti cartacei. L’accesso alla biblioteca e all’archivio, riservato agli studiosi, è possibile dalle ore 8,30 alle 12,30 dei giorni feriali.

Santuario e Abbazia a Cava dei Tirreni- Biblioteca della Badia

Biblioteca della Badia

Il Museo della Badia

La volta della splendida sala del sec. XIII, adibita a museo, è stata rifatta perché lesionata. Era parte di una foresteria. A oggi il Museo raccoglie una buona parte delle opere d’arte posseduti dalla badia.

READ  Praiano e Furore borghi color pastello

Il Cimitero Longobardo

I sotterranei della badia, del chiostro e delle costruzioni adiacenti, furono adibiti a cimitero dei monaci e di uomini illustri.

Cenni storici

Il fondatore dell’Abbazia della Santissima Trinità è S. Alferio Pappacarbone, nobile di origine longobarda, che nel 1011 si ritirò nella grotta Arsicia per dedicarsi a una vita da eremita. Tuttavia, la fama della sua santità attirò via via sempre più discepoli, tanto da indurlo a edificare un monastero. I primi quattro abati furono nominati santi della Chiesa e altri otto dichiarati beati. Tra questi si distinse in modo particolare Pietro I, fondatore della congregazione monastica Ordo Cavensis che organizzò un potente reticolato Nel Sud Italia di chiese e conventi.

Tips & Tricks

Percorso visite guidate: Cattedrale, Cappella dei SS.Padri Cavensi, Grotta di Sant’Alferio, Le Antiche Cappelle con altari del XI secolo, Chiostro romanico, Antica e Nuova Sala Capitolare, Cappella di San Germano, Catacombe, Cimitero Longobardo, Museo.

Percorsi di trekking

Dalla Badia di Cava dei Tirreni, inoltre, inizia un lungo percorso da trekking che percorre l’alta Via dei Monti Lattari che conduce sino a Punta Campanella, estremo limbo del Golfo di Salerno.

Indirizzo Santuario

Le visite pomeridiane all’Abbazia della Santissima Trinità sono su prenotazione. Indirizzo: Abbazia Benedettina SS. Trinità Via M. Morcaldi, 6 Badia di Cava

8 thoughts on “Santuario e Abbazia a Cava dei Tirreni

  1. Sono stata tanti anni fa da ragazzina a Cava dei Tirreni e sicuramente all’epoca non ho avuto modo di apprezzare le bellezze storiche della cittadina. Assolutamente da ritornare.

Leave a Review

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *