Siena tra arte, cibo e Palio in 2 giorni

Siena tra arte, cibo e Palio in 2 giorni

Siena tra arte cibo e Palio in 2 giorni

Una piccola città medievale in Toscana che racchiude arte, architettura, storia, cibo e turismo.

Siena, ubicata in Toscana, nel Medioevo era un vivace centro sia ricco di arte, monumenti e l’imponente chiesa di San Domenico, che economico basato su tessuti, zafferano e vino. Siena ha conservato il suo fascino medievale, un emblema dello stile gotico, estremamente ben conservato, una città tranquilla e piacevole, da cui guardare lo stesso scenario di secoli fa dalle finestre della città. Siena è la prima città europea in cui il traffico automobilistico era limitato nel centro storico dal 1966.

Siena tra arte, cibo e Palio in 2 giorni

Palio di Siena 2019

Il centro storico della città fa parte del patrimonio mondiale dell’UNESCO ed è uno dei più apprezzati in tutta Italia. Magnifici edifici come il Palazzo del Municipio e la cattedrale splendidamente decorata rappresentano centri di attrazione per i turisti di ogni luogo, gli amanti della storia e dell’arte. Siena è un museo a cielo aperto, ben conservato e conservato, un luogo dove puoi perderti ad ammirare la bellezza anche per due giorni senza spendere soldi per biglietti d’ingresso.

Origini di Siena

Siena tra arte, cibo e Palio in 2 giorni
Vista di Siena

Secondo una leggenda Siena fu fondata da Senio figlio di Remo, fu alla base di un antico insediamento, abitato da una tribù chiamata Saina. Tra il 900-400 a.C., divenne una colonia romana, sotto il nome di Saena Julia durante l’imperatore Augusto (70 d.C.). Divenne un centro importante nel Medioevo, grazie ai commercianti tessili, in lotta per la supremazia a lungo con Firenze, fino a quando non si arrese nel 1554. Nel periodo medievale fu un vantaggio che non esistessero fondi per demolire e ricostruire la città.

Cosa si può fare a Siena in 2 giorni?

Siena è una città senza età dove poter camminare, visitare gallerie d’arte, chiese, curiosare nella grande torre della città per ammirare la città alta, pranzare in Piazza Del Campo e, naturalmente, colazione con cappuccino e aperitivo con il vino della regione. Gironzolare tra le vie strette dove trovare sempre qualcosa di bello da ammirare e fotografare.

Piazza del Campo

Piazza del Campo, il mercato più noto d’Italia, grazie al festival del Palio, la famosa corsa di cavalli che si svolge ogni anno. La piazza, a forma di conchiglia, è circondata da palazzi enormi risalenti al 1293 come il Palazzo Pubblico (1297-1342), sede del Municipio. Qui puoi visitare il Museo Civico, una collezione di dipinti e affreschi come “Gli effetti del bene e del cattivo governo” 1337-1339 di Ambrogio Lorenzetti, scene mitologiche realizzate da Domenico Beccafumi nel XV secolo o il massacro d’innocenti realizzato da Matteo di Giovanni, del XV secolo.

Il Palio di Siena

Siena tra arte, cibo e Palio in 2 giorni
Bandiere dei 17 distretti di Siena nel Palio

Programma il tuo viaggio durante Il Palio, il festival più popolare di Siena e uno dei più attesi in tutta Italia. La folle corsa a El Campo si svolge due volte l’anno, il 2 luglio e il 16 agosto e comprende un intero spettacolo con tamburi, portabandiera, costumi medievali, storia e tradizione: si svolge ogni anno, a partire dal 13 ° secolo, lotta che si svolge tra i rappresentanti dei 17 distretti di Siena. Ogni contrada ha la sua chiesa, club, blasone, museo, bandiera, animale simbolico, quindi tutto è molto serio. La gara dura 90 secondi, quasi tutto è permesso: alleanze e sabotaggi. Il vincitore ottiene tutto: banchetti per le strade del quartiere fortunato, campanelli, ecc.

Torre del Mangia – Torre a Siena, Italia

Siena tra arte, cibo e Palio in 2 giorni
Torre del Mangia e piazza del mercato

La Torre del Mangia (1338 – 1348) ha 503 gradini da salire per raggiungere la vetta e ammirare la migliore vista sulla città, Piazza del Duomo e il Duomo, una bella costruzione gotico-rumena. La torre fu un notevole lavoro d’ingegneria e una delle torri più alte d’Italia (102 metri).

Cattedrale e il Museo dell’Opera del Duomo

Siena tra arte, cibo e Palio in 2 giorni
Cattedrale di Siena

Nella piazza del Campo svetta nella sua grandezza la cattedrale, una struttura realizzata nel più rigoroso e raffinato stile gotico. La facciata esterna è in marmo bianco, verde e rosso e risale al 1284-1296, una successione d’incisioni e decorazioni complicate, con ogni punto cardinale dedicato con decorazioni speciali. All’interno c’è un pavimento in marmo intarsiato decorato con 56 pannelli eseguiti tra il XIV e il XVI secolo, un tesoro e l’altare Piccolomini (1503) che contiene 4 statue realizzate da Michelangelo: Santi Pietro, Paolo, Gregorio e Pio. Il Museo dell’Opera del Duomo è una bellissima galleria, contenente molte delle opere originariamente ospitate dalla cattedrale.

Santuario di Santa Caterina

Santa Caterina da Siena (1347-1380) è uno dei due santi che patrocinano l’Italia e uno dei santi patroni d’Europa. La città di Siena divenne nel XIV secolo la dimora di Santa Caterina, una religiosa politicamente attiva e schietta che ebbe un “Matrimonio mistico” con Cristo e fu la prima donna a essere nominata dottore dalla chiesa. Santa Caterina era un’affiliata laica dell’ordine domenicano famosa per il suo intelletto e le visioni mistiche di Gesù.

Il santuario di Santa Caterina occupa lo spazio della casa di famiglia dove è nata e dove ha vissuto la sua austera vita come affiliata domenicana. Nel XVI secolo la casa, dove nacque Ecaterina e dove visse con i suoi genitori e i suoi 23 fratelli, è stata adattata ed è ora una serie di cappelle con affreschi che descrivono la sua vita dedicate alla santa venerata dalla città. Il monumentale marmo e il cortile risalgono al 15 ° e 16 ° secolo. Al piano inferiore della casa si trova la cella di Caterina, una stanza quasi vuota e intatta.

Chiesa di San Domenico

La chiesa di San Domenico è un vasto edificio in mattoni fondato nel 1125 dai domenicani costruita nel 13 ° secolo, situata a pochi minuti a ovest, da Piazza San Domenico. San Domenico è strettamente associato a Santa Caterina da Siena e la sua testa è contenuta in un reliquiario qui. La cappella sopraelevata dell’estremità occidentale conserva l’unico vero dipinto di Santa Caterina, dipinto dall’amica e contemporanea Andrea Vanni. Metà della parete destra fu affrescata con scene della vita del Santo mentre l’altra metà da Sodoma nel 1526. Questa cappella custodisce il dito e la testa di Santa Caterina mentre il resto del suo corpo è a Santa Maria Sopra Minerva a Roma.

Dove mangiare a Siena

  • Prova a prenotare a Il Carrocio (chiuso mercoledì) un ristorante aperto per il pranzo. La loro offerta di pasta comprende Pici, un tipo di pasta tradizionale popolare di grossi spaghetti. A L`Osteria, si incontrano il 50% di turisti e il 50% di gente locale, poiché qui ci sono piatti comuni a prezzi convenienti. Il piatto base sono gli antipasti con le sarde sott’olio e il timo.
  • Per cena prenota all’Antica Osteria da Divo, un ristorante dove servono piatti deliziosi. L’interno comprende diverse tombe etrusche con tavoli e sedie molto bassi. Ma avrai l’imbarazzo della scelta con una varietà di cibi insoliti: dal maiale ripieno di pancetta e flambata ai formaggi freschi, salsa al tartufo e purè di patate.
  • Per merenda e come street food gusta i dolci tipici, tra i quali il celebre Panforte (Panforte nero o Panpepato, Panforte al cioccolato, Panforte bianco, Panforte fiorito), i Ricciarelli, le copate, i cavallucci e i berricuocoli.

Come arrivare a Siena

  • Aeroporto: Firenze e Pisa, da dove ci sono più trasferimenti per Siena.
  • Treno: da Pisa e Firenze, con cambio a Empoli.
  • Autobus: da Piazza Gramsci, ci sono autobus diretti per Firenze, 1 ora e da Roma: 3 ore, ecc.
  • L’autostrada. Dovresti tener presente che l’accesso alle auto nel centro di Siena non è consentito, poiché sono disponibili ampi parcheggi fuori dalle mura della città. Nei dintorni di Siena bellissimi borghi da visitare con il naso all’insù come Volterra

8 thoughts on “Siena tra arte cibo e Palio in 2 giorni

Leave a Review

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *