Jeanne Baret prima donna a circumnavigare il globo

Date:

Jeanne Baret prima donna a circumnavigare il globo, nota come ragazza delle erbe o botanica, è nata in un’epoca in cui tutte le scoperte scientifiche erano quasi esclusivamente maschili. Una donna straordinaria che ha sfidato le norme sociali e ha realizzato qualcosa che all’epoca era considerato impossibile: è diventata la prima donna a circumnavigare il globo. Si travestì da uomo e partecipò a un’indagine scientifica condotta dalla Marina francese diventando la prima donna a circumnavigare la Terra via acqua.

Nonostante i vincoli del suo tempo, Jeanne Baret sfidò le convenzioni e intraprese un viaggio rivoluzionario che avrebbe consolidato per sempre il suo posto nella storia. Unisciti a noi mentre approfondiamo la straordinaria vita di Jeanne Baret, una donna in anticipo sui tempi la cui eredità continua a ispirare e stupire.

Jeanne Baret prima donna a circumnavigare il globo

Jeanne Baret prima donna a circumnavigare il globo
Jeanne Baret prima donna a circumnavigare il globo

Jeanne Baret (1740 – 5 agosto 1807) è stata un’esploratrice, botanica e ostetrica francese. Fu la prima donna a circumnavigare il globo, travestita da uomo. I suoi contributi scientifici alla botanica e alla storia naturale furono significativi. Nata il 27 luglio 1740 a La Comelle, in Francia, Jeanne Baret viveva in una povera famiglia di contadini. 

Suo padre era bottaio e vinificatore, mentre sua madre possedeva un piccolo vigneto. Nonostante le sue umili origini, Jeanne mostrò un vivo interesse per la botanica e la medicina. Quando era giovane, era conosciuta da molti come “ragazza delle erbe”.

Da bambina ha studiato botanica ed erboristeria, i suoi primi anni furono segnati da un profondo legame con il mondo naturale e trascorse innumerevoli ore a studiare e catalogare le specie vegetali. Questo amore per la botanica avrebbe poi aperto la strada ai suoi risultati rivoluzionari nel campo della scienza e dell’esplorazione.

Incontro con Philibert Commerson

Jeanne Baret prima donna a circumnavigare il globo
Philibert Commerson

Nel 1765, Jeanne incontrò Philibert Commerson, un famoso naturalista francese che stava per imbarcarsi in una spedizione scientifica guidata da Louis Antoine de Bougainville. Commerson la invitò a unirsi al viaggio, ma poiché le donne non erano ammesse sulle navi francesi, si travestì da uomo di nome Jean Baret.

Circumnavigazione con Bougainville:

La spedizione, conosciuta come Spedizione di Bougainville, salpò nell’agosto del 1766. Jeanne Baret prestò servizio come assistente di Commerson, travestita da ragazzino. Si è rivelata un membro inestimabile del team, raccogliendo e catalogando migliaia di esemplari di piante durante il viaggio.

Navigò sulla nave Étoile per tre anni, dal 1766 al 1769 e raccolti e documentati oltre 3.000 esemplari di piante durante la spedizione. Le sue scoperte botaniche contribuirono in modo significativo alle conoscenze scientifiche dell’epoca.

Scoperta del suo segreto

Il segreto di Jeanne Baret rimase nascosto per diversi mesi. Tuttavia, dopo un litigio con un ufficiale, la sua vera identità venne rivelata. Inizialmente l’equipaggio era arrabbiato e voleva gettarla in mare. Ma Bougainville, riconoscendo il suo contributo, le risparmiò la vita e le permise di continuare il viaggio.

Circumnavigazione del Globo

Nonostante le polemiche sulla sua presenza, Jeanne Baret completò l’intera circumnavigazione del globo, tornando in Francia nel 1769. Aveva visitato numerosi paesi e isole, tra cui Tahiti, la Nuova Zelanda e l’Antartico.

Ritorno in Francia:

Dopo la spedizione, si scoprì che Baret era una donna. La sua circumnavigazione ha suscitato reazioni contrastanti, ma ha ricevuto riconoscimenti per i suoi contributi scientifici. Ha pubblicato un diario dei suoi viaggi sotto lo pseudonimo di Antoine Bougainville.

Sfide affrontate da Jeanne Baret

Come prima donna a circumnavigare il globo, Jeanne Baret ha dovuto affrontare una miriade di sfide durante il suo storico viaggio. Una delle sfide è stata quella di travestirsi da uomo per poter salire sulla nave da spedizione, per oltre due anni per nascondere la sua vera identità. Un inganno necessario a causa delle rigide regole che all’epoca proibivano alle donne di unirsi a tali spedizioni.

Inoltre, Jeanne Baret ha dovuto affrontare difficoltà fisiche e pericoli viaggiando in varie regioni remote e inesplorate, sopportando condizioni di vita difficili, condizioni meteorologiche imprevedibili e incontri con popolazioni indigene ostili. Nonostante queste sfide, Jeanne Baret ha contribuito con successo alla ricerca botanica e alla comunità scientifica, lasciando dietro di sé un’eredità duratura che continua a ispirare e stupire le generazioni a venire.

Eredità di Jeanne Baret

I successi di Jeanne Baret furono ampiamente riconosciuti solo molto più tardi. Morì nell’oscurità nel 1807, senza mai ricevere la fama o il riconoscimento che meritava. Tuttavia, negli ultimi anni, la sua storia è stata riscoperta e celebrata. Oggi Jeanne Baret è considerata una pioniera nel campo della scienza e dell’esplorazione. Il suo straordinario viaggio è una testimonianza del coraggio e della determinazione delle donne che hanno osato sfidare le norme sociali e perseguire i propri sogni.

L’eredità di Jeanne è una testimonianza della forza della perseveranza e della capacità di sfidare lo status quo. La storia di Jeanne Baret serve a ricordare l’importanza di rompere le barriere e oltrepassare i confini nella ricerca della conoscenza e della scoperta. La sua volontà di uscire dai tradizionali ruoli di genere e perseguire la sua passione per la botanica ha aperto la strada alle future generazioni di donne che seguiranno le sue orme.

Impatto e ispirazione della storia di Jeanne Baret.

L’eredità di Jeanne Baret è fatta di resilienza, determinazione e rottura delle barriere in un’epoca in cui le donne affrontavano numerosi ostacoli nel perseguire le loro passioni. La sua storia funge da fonte di ispirazione per le persone di oggi, mostrando il potere della perseveranza e del coraggio di fronte alle avversità.

Travestendosi da uomo per intraprendere un pericoloso viaggio di esplorazione botanica, Jeanne Baret ha sfidato le norme sociali e le aspettative, lasciando un impatto duraturo sulla storia. I suoi straordinari risultati non solo hanno aperto la strada alle future generazioni di donne, ma hanno anche dimostrato l’importanza di seguire i propri sogni indipendentemente dalle sfide che potrebbero presentarsi.

Vita dopo il viaggio

Jeanne è diventata ostetrica e ha utilizzato le sue conoscenze botaniche per sviluppare rimedi erboristici sicuri ed efficaci. Visse in povertà più tardi nella vita e morì nell’oscurità. I suoi contributi alla scienza furono in gran parte dimenticati fino al XX secolo. La storia di Baret è stata celebrata e rivalutata, mettendo in risalto il suo coraggio, la sua determinazione e i suoi risultati scientifici.

Contributi scientifici

Jeanne Baret scoprì e catalogò diverse nuove specie di piante, tra cui la bouganville, che prese il nome da Louis Antoine de Bougainville. Ha raccolto e conservato oltre 3.000 esemplari botanici durante la spedizione. I suoi contributi alla botanica furono riconosciuti dall’Accademia francese delle Scienze nel 1775.

Cristina Giordano
Cristina Giordanohttps://appuntisulblog.it/
Ciao a tutti, sono Cristina Giordano, una blogger che si occupa di moda, viaggi, tecnologia, alimentazione e benessere.
Sottoscrivi
Notificami
0 Commenti
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti

Articoli Correlati

Perché le penne personalizzate sono un investimento intelligente per il tuo business?

Sono diversi gli investimenti che un imprenditore o un professionista deve considerare. Tra questi, rientrano i gadget. Come...

Storia degli ordini monastici cattolici top 10

La storia della religione racconta le ricerche spirituali di diversi popoli nel corso dei secoli. Storia degli ordini...

5 consigli per giocare nei casinò online e divertirsi, senza indebitarsi!

Nel mondo vibrante e sempre in evoluzione dei giochi online, i casinò su internet offrono un'infinità di opportunità...

Cosa regalare a un amico che ha appena comprato casa

L’acquisto di una casa è uno dei passi più importanti in assoluto. Nel momento in cui un proprio...
My Agile Privacy
Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione. Cliccando su accetta si autorizzano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su rifiuta si rifiutano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su personalizza è possibile selezionare quali cookie di profilazione attivare.
error: Content is protected !!